Lazio: occasione sprecata, ma adesso riparti!

Sbadigli, noia e un punto che, alla fine, non è affatto da buttare. Ma non si può certo dire che quella di Cagliari sia stata una bella Lazio. Anzi.

Erano stanchi i giocatori biancocelesti, appagati e in campo si è visto. Come si è vista e sentita l’assenza di Milinkovic-Savic, giocatore imprescindibile per Inzaghi. Evidente, poi, che Djordievic e Luis Alberto non siano ricambi all’altezza.

Però, iniziare ora a criticare questi ragazzi è pura follia. La prestazione, rispetto agli standard ai quali siamo abituati, non c’è stata, d’accordo. Ma un punto serve per rimanere aggrappati a quel quarto posto che è l’obiettivo stagionale dei biancocelesti, protagonisti di una campionato esaltante. E certe partite, gli altri anni, la Lazio finiva col perderle.

Non si può sempre vincere“, ha dichiarato Inzaghi. E ha ragione, perché i capitolini non sono certo il Real Madrid o la Juventus, “costretti” ogni partita a dover conquistare i 3 punti, altrimenti sono guai.

Ecco perché la stampa, spesso nemica dei biancocelesti, sbaglia a far passare il concetto che Immobile & Co abbiano steccato al Sant’Elia e perso due punti. Per quello che si è visto in campo il pareggio va benissimo e per fortuna che adesso arriverà la sosta per ricaricare le batterie. Anche se, spesso, quando ci sono le Nazionali, molti giocatori ritornano dai viaggi ancora più stanchi di prima.

Insomma, una Lazio bruttina che porta comunque a casa il settimo risultato utile consecutivo nelle ultime sette gare (5 vittorie e 2 pareggi).

E nessuno si deve mai scordare quelli che erano i presupposti di inizio stagione.

Articoli correlati

*

Top