Rai, donne italiane (che pagano il canone) prese in giro dalla Perego

donne est, rai, paola perego

È (giustamente) polemica per la rubrica “Parliamone sabato” condotta da Paola Perego su Rai Uno, nel corso della quale è stata fatta una vera e propria “propaganda della razza”: quella della donna dell’Est, “preferibile” alle nostrane per una serie di opinabili qualità. Un vergognoso teatrino tra sessismo e razzismo.

La lista del perché «gli uomini italiani preferiscono le straniere» è andata in onda nella rubrica di “La vita in diretta” su Rai Uno e, addirittura, ha dato vita ad un imbarazzante dibattito: le donne dell’est sono rubamariti o moglie perfette? Non frignano, sono sempre sexy. Fanno comandare il loro uomo. Tengono pulita la casa. E altre amenità.

A parte il fatto che sono state tantissime, su Facebook, le donne dell’Est che hanno riso di fronte a questo elenco, quello che fa più indignare è l’idea (o ideale) che il servizio pubblico tenta di far passare come desiderabile per una donna, plasmata sul modello dell’obbedienza e della sottomissione.

A discutere di questo “altissimo” tema, grandi menti del secolo adeguatamente preparate: l’ex Miss Italia Manila Nazzaro, il direttore di Novella 2000 Roberto Alessi, Marta Flavi e l’attore Fabio Testi. Cervelli sopraffini abituati a disquisire sui massimi sistemi della vita e che non si sono minimamente scomposti quando è apparso il grafico in sovrimpressione. Nemmeno una parola di critica.

Ecco, dunque, l’elenco completo del perché quelle dell’Est “sono migliori” delle donne nostrane: 1) Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo; 2) Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni; 3) Perdonano il tradimento; 4) Sono disposte a far comandare l’uomo; 5) Sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa; 6) non frignano, non si appiccicano e non mettono il broncio.

Chi sono gli autori del programma Rai “Parliamone sabato”? Da quali autorevoli fonti attingono il materiale da mandare in onda? Come mai finora nessuno si è scusato per l’orrore andato in onda sulla tv pubblica? Come può Paola Perego, una donna, essersi prestata a questo vergognoso scempio?

***
Aggiornamento 20 marzo 2017, ore 12:10 >> “Non ho visto la puntata, lo sto scoprendo dai siti. Quello che vedo è una rappresentazione surreale dell’Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile” ha commentato la presidente Rai Monica Maggioni, interpellata dall’ANSA. “Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso“.

Anche il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, si è scusato per quanto avvenuto: “Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito a #Parliamonesabato“, ha scritto su Twitter.

 

Articoli correlati

Un Commento

  1. Ettore said:

    “…Un vergognoso teatrino tra sessismo e razzismo!”
    Come mai non avete scritto anche “maschilismo”????
    Ormai sono le tre parole che i mass-media usano anche per indicare la colazione preferita dai bambini e quella delle femminucce!
    Forse perché a presentare tale trasmissione era una femmina? Penso proprio di sì! Spero solo che la prossima volta che la Rai decida di dire qualcosa di reale, lo faccia presentare ad un uomo almeno così i giornalisti, le buonpensanti e tutte le associazioni possono scrivere “Sessismo, maschilismo, razzismo” e come al solito dare la caccia all’uomo!
    Avevo smesso di leggere Repubblica, Corriere e Google New per questo motivo, peccato….adesso che anche voi avete deciso di prendere la stessa strada, preferisco smettere anche con voi!
    Preferisco pensare con il mio cervello ed essere accusato di essere “razzista, maschilista e sessista”, che aggregarmi al carro dei finti buonpensanti, solamente per accattivarmi la simpatia delle femmine!

*

Top