Il futuro di Peugeot passa per l’intelligenza artificilale

Peugeot

La Peugeot Instict è un salto nella mobilità del futuro. Il nuovo concept della casa francese punta tutto sull’intelligenza artificiale. La vettura sarà in grado di capire le esigenze, i gusti, e persino lo stato d’animo del guidatore.

E’ un periodo d’oro in casa Peugeot. La crossover 3008 è stata appena eletta “Auto dell’anno”, e la 3008 DKR è fresca del trionfo alla Dakar (1°.2° e 3° posto). E come se non bastasse, all’Autosalone di Ginevra la casa francese ha presentato (tramite shooting) un concept da brividi. Anche i fanatici delle supersportive sono rimasti a bocca aperta dinnanzi alla nuova Peugeot Instinct, mostrata al pubblico nella sua colorazione “Blu Francia perlato” davvero mozzafiato.

Tecnicamente parlando, la Instinct è un ibrido ultramoderno, dotata di un motore a benzina (sovralimentato) associato a due unità elettriche. Il tutto, per una potenza totale di ben 300 cavalli, che la fanno una degli ibridi più potenti mai visti fino ad ora. La vettura dispone di una trazione integrale, la stessa utilizzata sulla versione ibrida del Suv 5008. Se gestita manualmente, l’auto offre due diverse modalità di guda: Boost o Relax. Se si imposta il servizio di guida autonoma, il volante rientrerà nella plancia, e il guidatore potrà scegliere fra l’andatura Soft o Sharp.

Ma non è di certo per le caratteristiche tecniche o per le sue (seppur notevoli) prestazioni che la Peugeot Instinct ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori. E’ l’innovativo sistema d’intelligenza artificiale a rendere il nuovo concept unico nel suo genere. La vettura, è dotata di un software intelligente in grado di “imparare” dai comportamenti umani. Il sistema, dopo aver “memorizzato” le abitudini del proprietario, si adatterà ai suoi gusti in ambito di guida, di musica e d’ambiente. Ma non finisce qui. La cosa davvero stupefacente, è che Peugeot Instinct terrà in considerazione anche lo stato d’animo dell’automobilista. La capacità di apprendimento del software è affidata all’innovativa piattaforma Samsung Artik Cloud. E’ la prima volta in assoluto che il software della casa coreana viene montato all’interno di un autoveicolo. La piattaforma, sarà in grado di studiare e amalgamare tutti i dati provenienti dai vari dispositivi elettronici all’interno dell’abitacolo, così da tracciarne una sorta di “profilo psicologico” sul quale regolare la propria funzionalità.

“E’ una finestra aperta sul futuro. – dichiara il responsabile Peugeot Giulio Marc d’AlbertonL’uomo resta sempre al centro e al comando della mobilità. E’ lui che decide. Si tratta di un’evoluzione tecnologica e culturale, nel senso di evoluzione del concetto di libertà di movimento. Se sono nello stato d’animo giusto, posso guidare e approfittare delle caratteristiche dinamiche della vettura. Altrimenti viaggio in modalità automatica e intanto faccio altro…Con l’auto che mi viene incontro, sollevandomi, se lo richiedo, dalle noiose operazioni della routine quotidiana”.

Insomma, se avete voglia di guidare potrete sfruttare a pieno i 300 cavalli e l’assetto aggressivo offerto da mamma Peugeot. Se siete stanchi o dovete pensare ad altro, la vettura farà tutto per contro proprio. Con l’innovativo sistema d’intelligenza artificiale, la Peugeot Instinct si appresta a divenire la vettura del futuro.

Articoli correlati

*

Top