Epatite C, in arrivo nuovi farmaci più rapidi ed efficaci

epatite, epatite c, aifa, Aifa, anti-epatite C, Melazzini, farmaci

Mario Melazzini, direttore generale dell’Aifa, ha annunciato l’arrivo di nuovi farmaci per il trattamento dell’epatite C. Farmaci di seconda generazione, caratterizzati da una maggiore efficacia  a fronte di una minore durata della terapia.

A breve, ha annunciato Melazzini, saranno disponibili in commercio. Ma quali sono i criteri per l’accesso a questi nuovi medicinali contro l’epatite C? L’Aifa ha spiegato che è in corso una trattativa per fissare il prezzo del farmaco Epclusa* (sofosbuvir/velpatasvir) per il trattamento di tutti i genotipi (azione pan-genotipica) del virus Hcv e per negoziare la rimborsabilità di questi farmaci.

Entro giugno, poi, è attesa l’autorizzazione con procedura accelerata da parte dell’Agenzia europea per i farmaci Ema di un ulteriore farmaco (glecaprevir/pibrentasvir) anch’esso ad azione pan-genotipica per il trattamento dell’epatite C.

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha spiegato che sono in sperimentazione nei trial clinici numerose associazioni di principi attivi e nuove combinazioni, proprio per ampliare il range delle terapie (in particolare per quei pazienti più difficili da trattare) e per ridurre la durata della terapia, agevolando la cura.

La durata della trattamento è variabile: 8, 12, 24 settimane, e in alcuni casi 48 settimane. Attualmente, i nuovi farmaci disponibili per il trattamento dell’epatite C sono sei: Sovaldi*, Harvoni*, Viekirax* + Exviera*, Olysio*, Daklinza*, Zepatier*.

Articoli correlati

*

Top