Fosse Ardeatine: Boldrini e Raggi assenti, ma fa rumore solo l’assenza del sindaco

fosse ardeatine boldrini raggi

Per motivi diversi il sindaco di Roma, Virginia Raggi, e il presidente della Camera, Laura Boldrini, non hanno partecipato alla commemorazione delle Fosse Ardeatine: a far rumore, però, è stata solo l’assenza del primo cittadino.

Ci risiamo, dunque: occhi rivolti, anzi, mitra e pistole (mediatiche) puntate su Virginia Raggi e la sua mezza settimana bianca: le polemiche ora sono state rilanciate per il fatto che il primo cittadino non ha presenziato al ricordo delle Fosse Ardeatine. “Roma, Raggi diserta Fosse Ardeatine. Opposizioni: “Mai successo, nemmeno con Alemanno””; “Sindaco assente ingiustificata” sono solo alcuni dei titoli delle principali testate. In rappresentanza del Comune di Roma, però, era presente il vicesindaco, Luca Bergamo, con tanto di fascia tricolore. Niente da fare: la Raggi doveva essere lì a tutti i costi. A poco è servito il tweet con cui ha ricordato tra l’altro che proprio le Fosse Ardeatine furono il primo luogo visitato con la fascia tricolore.

Ieri, però, c’era anche un’altra grande assente: si tratta del presidente della Camera, Laura Boldrini. Al suo posto c’era il vicepresidente, Simone Baldelli. Eppure, contro la Boldrini non si è aperto lo stesso fuoco mediatico che sta travolgendo la Raggi. Anzi: molte testate hanno rilanciato la notizia – facendo il copia e incolla da qualche agenzia – della presenza della presidente Boldrini. “Il vicesindaco Luca Bergamo – si legge – ha presenziato alla cerimonia accanto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai Presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso, al vicepresidente della Camera dei deputati Simone Baldelli, al Ministro della Difesa Roberta Pinotti e ad altri vertici delle forze armate italiane e politiche”. Non solo: Bergamo, secondo Repubblica, ha avuto anche la colpa ingiustificabile di presentarsi in borghese a fianco delle altre autorità. Come se sindaco e vicesindaco, oltre alla fascia tricolore, fossero dotati pure di chissà quale alta uniforme.

Poco importa, dunque, se il periodo di break è stato consigliato alla Raggi da un dottore a seguito del malore accusato qualche settimana fa. Ci aveva già pensato Michela Di Biase, capogruppo del Pd in Campidoglio, ad attaccare l’assenza in Consiglio comunale del sindaco. In queste ore stanno proseguendo il tiro al bersaglio molte testate, sottolineando l’assenza della Raggi alle Fosse Ardeatine. E ignorando totalmente quella della Boldrini. Altro che crociate contro le fake news.

Articoli correlati

*

Top