Corea del Sud: ecco i cartelli stradali per gli smartphone-dipendenti

smartphone

Chi non guarda la strada mentre attraversa non mette a rischio soltanto la sua incolumità, ma anche quella degli altri. E visti gli ultimi incidenti, in Corea del Sud hanno deciso di introdurre dei cartelli stradali per i cosiddetti “smartphone zombies”

Da diversi anni si discute sui numerosi problemi derivanti dalla dipendenza da smartphone. Ma tra stress, cancro e onde elettromagnetiche, spesso ci si dimentica dei frequenti cali di concentrazione e delle pericolose distrazioni che esso comporta. E’ un problema molto serio. Difatti, come riportato da Repubblica, più della metà degli incidenti stradali è causato dall’utilizzo dello smartphone al volante. Ma se da una parte sono gli automobilisti a non rispettare le regole della strada, anche i pedoni hanno le loro colpe.

Già, perché in tutte le strade la distrazione da smartphone uccide migliaia di persone ogni anno. Non si può morire per postare una foto su Facebook o per mandare un sms alla propria fidanzata. E allora, i governi cominciano a prendere le dovuto contromisure. In Corea, per le strade di Seul, verranno installati dei cartelli stradali dedicati ai pedoni perennemente distratti dal proprio telefono. Inizialmente, la nuova segnaletica verrà disposta solo in alcuni distretti della capitale: Hongdae, City Hall, Yonsei University, Gangnam Station e Jamsil Station. Ma con molta probabilità, nei prossimi mesi verrà estesa anche al resto della città.

In collaborazione con la National Police Agency, il Governo coreano installerà due diverse tipologie di segnaletica. I nuovi cartelli, inviteranno i pedoni a prestare maggiore attenzione a tutto ciò che li circonda. “Fate attenzione quando usate lo smartphone camminando”, oppure “Camminate al sicuro”. Saranno questi gli inviti che appariranno sui cartellii.

L’obiettivo di questi segnaletica è piuttosto comprensibile. Ma la disposizione dei nuovi cartelli potrebbe rivelarsi poco pratica e meno efficiente del previsto. D’altronde, se un pedone distratto non presta attenzione alle automobili che gli sfrecciano davanti, perché dovrebbe preoccuparsi di un “innocuo” segnale stradale? A questo punto, sembra senz’altro più logica la soluzione adottata dall’Olanda, dove sono stati posizionati dei semafori led luminosi a prova di “smarphone zombies” (vedi qui). Vedremo quale si rivelerà “l’antidoto migliore”.

Articoli correlati

*

Top