Sea Bubbles: i taxi galleggianti in arrivo sulla Senna di Parigi

Sea Bubbles

Alain Thèbault, CEO di Sea Bubbles, ha parlato del suo nuovo progetto ai microfoni di Bloomberg: “L’obiettivo è quello di proporre un nuovo mezzo di trasporto ecologico. Si alimenteranno con energia solare”

Il problema dell’inquinamento atmosferico è un tema molto dibattuto al giorno d’oggi. L’alterazione delle condizioni naturali dell’aria, è in gran parte dovuta alle emissioni dei gas di scarico di autoveicoli, caldaie, fabbriche e centrali elettriche. E allora, per cercare di virare verso un sistema di trasporti più eco sostenibile, l’amministrazione parigina ha pensato di introdurre una nuova flotta di taxi a zero emissioni. I Sea Bubbles, progettati da una start-up d’oltralpe, trasporteranno i turisti sulle acque della Senna.

La struttura delle Sea Bubbles ricorda il vecchio telaio delle automobili anfibie. In particolare, quella della WaterCar Panther, l’imponente V6 col motore Honda. Presentati come “bolle con quattro ali”, i nuovi taxi acquatici viaggeranno a una velocità compresa tra i 6 e gli 8 nodi, con un’accelerazione massima di 16. I due piccoli motori elettrici, posizionati nella parte inferiore della vettura, garantiranno un’autonomia di circa 90 chilometri. Per la procedura di ricarica, i Sea Bubbles dovranno attraccare nelle apposite stazioni (dotate di pannelli solari) dislocate lungo il fiume.

Sea Bubbles si stanno preparando per il loro debutto ufficiale. I primi cinque veicoli, navigheranno le acque della Senna a fine primavera. Il prototipo su quale sta lavorando il velista Alain Thèbault – uno degli addetti ai lavori – dovrebbe ospitare 4 passeggeri più il conducente. Le ali, che si trovano nella parte inferiore della barca, solleveranno il veicolo dall’acqua. In questo modo, verrà ridotto l’attrito con la corrente. La vettura galleggerà circa 70 centimetri al di sopra della superficie del fiume.

Il primo prototipo ha catturato l’attenzione di numerosi imprenditori, che hanno deciso di finanziare lo sviluppo del progetto. In attesa del debutto ufficiale, gli ingegneri della Sea Bubbles già cominciano a pensare in grande. Si lavora notte e giorno sull’automazione. “Inizialmente saranno i piloti a guidare questi taxi volanti. Ma molto presto, il nostro veicolo diventerà completamente autonomo”. Ma quale sarà il prezzo per una gita romantica sulle acque della Senna? “Molto basso.  – promette ThebaultAttraversare Parigi sui Sea Bubble costerà meno di un viaggio in taxi”.

Nel frattempo, sono partiti i primi test sul prototipo della Panda Natural Power. Il prodotto di casa Fiat, sarà la prima autovettura alimentata a biometano (vedi qui). Il mondo si sta muovendo verso un futuro sempre più verde.

 

Articoli correlati

*

Top