Lo spettacolo per Chiara “26 maggio 2013”: l’intervista di Danilo Galdino

Manca poco più di un mese alla serata organizzata per Chiara Insidioso “26 maggio 2013: La notte più lunga”, che si svolgerà al Teatro Orione di Roma e unirà oltre 1000 cuori laziali.

L’obiettivo è quello di tenere alte l’attenzione e l’opinione pubblica sulla tragica vicenda che purtroppo ha visto Chiara protagonista.

Danilo Galdino, che si sta prodigando nell’organizzazione dello spettacolo, ci ha svelato i primi particolari di questa splendida notte biancoceleste di solidarietà.

Com’è nata l’idea di questo spettacolo teatrale e la collaborazione con Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe?

Nasce per continuare a sostenere la causa di Chiara Insidioso, visto che un maledetto 3 febbraio del 2014 la vita di questa giovane ragazza è stata stravolta. Da allora non ci siamo mai tirati indietro per aiutare e sostenere questa fantastica famiglia e tenere accesi i riflettori su una situazione che per vari motivi è stata dimenticata da molti. La collaborazione con Giorgio Serafini Prosperi e Giovanni Pepe, nasce dall’ammirazione per i loro lavori teatrali dedicati alla Lazio, “Tommaso Maestrelli, l’Ultima Partita” e “Mister -9”. Con loro c’è stata subito una bella sintonia ed è nata l’idea di regalare una serata speciale a 1000 figli del nostro stesso sentimento.

Perché proprio il 26 maggio come tema centrale dello spettacolo? 

Perché questa è una data che in troppi forse hanno snobbato o dimenticato, ma resta il giorno più importante della storia calcistica romana. Dal 1927 ad oggi non c’era mai stata una partita che aveva contrapposto le due formazioni capitoline per l’assegnazione di un trofeo importante. Per tutti noi tifosi romani, l’attesa di quell’evento ha rappresentato la notte più lunga della nostra vita da tifosi e quindi si è voluto dar vita ad uno spettacolo che celebrasse e ripercorresse quelle ore, in un viaggio tra sogno e realtà.

Ci saranno anche ospiti importanti presenti al Teatro Orione? 

Partendo dal presupposto che i Laziali sono tutti importanti, ma sì, ci saranno moltissimi volti noti del passato e del presente del mondo biancoceleste. Sarà una serata che dovrà aggregare e abbracciare tutte le realtà del mondo Lazio, in ogni sua branca e in ogni sua sfaccettatura. Inoltre verranno premiate alcune figure improtantissime che si sono distinte aiutando concretamente Chiara in questi anni e lasciando un segno indelebile neo cuori del popolo Laziale. Sarà un momento estremamente bello, gioioso ed emozionante per tutti quanti, per i grandi e per i bambini, ci saranno grandi sorprese…

Sei stato uno dei primi sostenitori nella battaglia per fare giustizia per Chiara Insidioso. C’è qualche aggiornamento sulle sue condizioni? Come si può fare concretamente per aiutarla, anche tramite lo spettacolo? 

Chiara e suo padre Maurizio, ormai per noi sono due persone di famiglia, è bello poterle vivere da vicino perché riescono a trasmettere tanta forza e tanta energia positiva, e aiutano a capire quali sono davvero gli aspetti importanti nella vita di un uomo. La situazione di Chiara è quella di una ragazza che è rimasta disabile al 100% e per questo motivo non si potrà abbandonare mai. L’evento è su invito, non ci saranno biglietti in vendita, ma le 1.000 persone potranno beneficiare di uno spettacolo gratuito. All’ingresso del teatro ci saranno posizionati dei salvadanai dove poter fare un’offerta spontanea e l’intero ricavato della serata, verrà donato direttamente nelle mani di Chiara e della sua famiglia. C’è comunque da tre anni un conto Postepay, unico autorizzato dal Tribunale Civile di Roma per aiutare Chiara Insidioso, che è il seguente: MAURIZIO INSIDIOSO MONDA N. CARTA: 5333 1710 3246 0368 COD. FIS. NSDMZL71P24H501N IBAN: IT54S0760105138256149756151 Può essere utilizzato in qualsiasi istante per sostenere e aiutare Chiara.

Ti ascoltiamo da parecchi anni nelle vesti di conduttore radiofonico, ti abbiamo visto all’opera come presentatore di importanti eventi live, perché proprio uno spettacolo teatrale per un’iniziativa a favore di Chiara? 

Già da due anni abbiamo dato vita ad una manifestazione chiamata “Running For Chiara”, una maratona benefica in collaborazione con l’amico Fabio Cappelletti proprietario dello Sporting Palace palestre. Questo potrà essere un nuovo modo per mantenere alta l’attenzione per Chiara: sarà un momento emozionante e di aggregazione tra Laziali di ogni età e generazione. Il teatro rispetto a tutte le altre forme di comunicazione ed arte, è l’unico che ti permette di mescolare fantasia e realtà, creando un’atmosfera magica e ipnotica da vivere a pochi metri di distanza.

Lancia un appello ai tifosi Laziali in vista del 4 maggio

Non mi è mai piaciuto fare appelli o inviti all’azione: in pochi giorni i posti a disposizione nel teatro Orione sono quasi esauriti, ne sono rimasti a disposizione circa un centinaio. Più che appelli posso fare una promessa: che sarà una serata emozionante, intensa e che soprattutto sarà una serata da Laziali.

Articoli correlati

*

Top