Calcio: i tempi supplementari della sfida Higuain-De Laurentiis

Higuain

Non si è esaurito con il doppio match tra Napoli e Juventus lo scontro tra Gonzalo Higuain ed il vulcanico patron del Napoli.

Non ci riferiamo al tweet maligno del fratello ed agente di Higuain, Nicola, che aveva scritto sul social network “come mi piace vedere la faccia di Aurelio ogni volta che segna mio fratello. Alla prossima pres. Ahahaha”. E nemmeno alle rimostranze del Pipita alla salva di fischi del S.Paolo, un Gonzalo che dopo la doppietta di ieri si è prodotto in gesti provocatori verso i suoi ex tifosi.

Il prolungamento del conflitto, infatti, verte sui 600mila euro che Higuain pretende da De Laurentiis per i suoi diritti d’immagine. E la causa finalizzata al recupero di quel gruzzolo è arricchita dal fatto che le parti sono ben lontane dal raggiungere un accordo soddisfacente per entrambi.

Il presidente dell’arbitrato, ad esempio, è uno dei punti su cui c’è tuttora disaccordo, essendo le parti di parere opposto. E tutto fa prevedere che si vada verso la giustizia ordinaria, la quale dovrà decidere se l’attaccante argentino si aggiudicherà la sostanziosa cifra per lo sfruttamento, nelle stagioni 2015-2016 e 2014-2015, dei suoi diritti d’immagine.

La sfida non è finita quindi con il duplice incontro del San Paolo, e si trascinerà stancamente nell’Aula di un Tribunale.

Articoli correlati

*

Top