Renzi, il “giallo” dell’appartamento in affitto

All’ inizio, nel 1995, fu “affittopoli” a travolgere l’allora segretario del Pds Massimo D’Alema. Il capo dei post-comunisti fu costretto in fretta e furia ad abbandonare un appartamento di 146 mq a Porta Portese, per il quale pagava un affitto ridicolo di un milione al mese (500 euro di oggi). Oggi, potrebbe toccare al presidente del Consiglio Matteo Renzi al centro di un “giallo” su un misterioso affitto e cambio di residenza ben illustrato dall’inviato di Libero, Giacomo Amadori e di cui si è occupato anche il sito del settimanale L’Espresso. Al centro della vicenda un indirizzo di Firenze (Via degli Alfani 8) che sta procurando una discreta irritazione al neo premier. Dal 2011 al gennaio del 2014, il presidente del Consiglio ha spostato la sua residenza anagrafica, mentre il resto della famiglia ha continuato a vivere nella casa di Pontassieve. Niente di scandaloso se non fosse che Alessandro Maiorano, dipendente del comune di Firenze (da qualche anno in “guerra” aperta con Matteo Renzi) ipotizza che dietro lo spostamento di residenza ci sia qualcosa di poco chiaro. “L’impiegato comunale- come racconta L’Espresso- denunciato dal presidente del Consiglio dopo i suoi esposti, ha scoperto che l’ex sindaco di Firenze, invece che a Pontassieve o Rignano dove risulta stare con la sua famiglia, avrebbe invece avuto la residenza anagrafica a Firenze, dal 2009 al 2011  in via Vincenzo Malenchini e dal, 2011 al 23 gennaio 2014, in via degli Alfani 8.” A questo indirizzo, da visure catastali, non risulterebbe nessuna proprietà del premier, quindi se li viveva doveva essere in affitto. Un appartamento in locazione,  preso a quali condizioni? Chi ha stipulato il contratto? E a quale prezzo? Chi, insomma, ha pagato il canone e le utenze di rito? Ma l’ unica risposta a queste domande è la smentita di una “persona interessata”: “si tratta di cose private e che non vuole più altri disturbi per questo”. Non ci resta che aspettare che qualcuno si palesi.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Giovanni said:

    Sapete fare solo copia e incolla? E’ tutto un copiare dagli altri giornali

    • Luca Cirimbilla said:

      Abbiamo semplicemente rilanciato uno scoop citando la fonte, ovvero Libero. Così come continueremo a commentare e a fare le pulci quando le notizie non sono scoop meritevoli di commento o di integrazione. Questo abbiamo promesso fin dall’inizio e questo continueremo a fare.

*

Top