Alitalia, Mauro Moretti al posto di Gubitosi? La proposta ridicola di MF-Milano Finanza

Mauro Moretti, Ferrovie, Leonardo, Finmeccanica, Alitalia
Mauro Moretti

Riuscite ad immaginare qualcuno peggio di Gubitosi nella gestione di un’azienda? C’è riuscito il settimanale di Paolo Panerai, MF-Milano Finanza, che ha proposto l’improbabile ex Ad di Ferrovie Mauro Moretti come “salvatore” di Alitalia.

Ma siete seri? Moretti non era più “adatto” per Leonardo, ex Finmeccanica, per via del suo passato “scomodo” (leggasi la condanna in primo grado a sette anni di carcere per la strage di Viareggio, che provocò la morte di 32 persone), ma per Alitalia invece sì?

Va bene che il pover uomo da un po’ di tempo è a spasso e cerca una “collocazione”, ma da qui a piazzarlo al vertice di un’azienda che necessita di un miracolo ce ne passa. Eppure MF-Milano Finanza non ha dubbi. Ha persino indetto un sondaggio  e il verdetto è stato chiaro: “Mauro Moretti, dopo aver risanato le Ferrovie e ristrutturato Finmeccanica, è l’uomo giusto per l’ultimo, estremo, tentativo di salvare Alitalia”.

Un giornale non ha certo le funzioni di candidare top manager a ruoli quasi impossibili – scrive Panerai – ma MF-MilanoFinanza, confortato dall’esito di un sondaggio fra economisti, analisti e investitori, questa volta si permette di segnalare che c’è sotto gli occhi di tutti l’uomo giusto per un ultimo, disperato tentativo prima che Alitalia diventi uno spezzatino o finisca sotto il controllo di compagnie concorrenti che la userebbero certamente ed esclusivamente nel loro interesse e quindi probabilmente non nell’interesse anche dell’Italia”.

Capito? Governo e istituzioni prendano subito nota. C’è da trovare una sistemazione a Moretti e, già che ci siamo, anche ai suoi fedelissimi che non possono più restare nell’ex Finmeccanica, in balìa di Alessandro Profumo. Muovetevi, presto!

Con la sua energia –  continua Panerai – Moretti può ripetere il miracolo che ha fatto alle Ferrovie, dove a bordo si vedono persone sorridenti, motivate per il loro lavoro, quindi efficienti ed attive. Un’impresa quasi disperata, ma anche senza averglielo chiesto MF-MilanoFinanza pensa che Moretti sarebbe ben lieto di provarci. Non è accettabile che l’area economica dove privato e pubblico si incrociano metta in frigorifero un manager della sua portata, che sicuramente interpreterebbe la missione con i due valori, del profitto per chi metterà i capitali e dell’interesse del Paese per garantire un servizio competitivo con le varie Lufthansa”.

Dunque, Moretti non sa nulla di questa mobilitazione a suo favore di MF-Milano Finanza. Una mobilitazione dettata solo dalla considerazione che un manager di cotanta levatura non può restare al parco a dar da mangiare ai piccioni. Siamo commossi di fronte a tanto affetto disinteressato. Non c’entrano nulla gli investimenti pubblicitari, eh?

 

Articoli correlati

Un Commento

*

Top