Napoli: scandalo in ospedale, reggiseni e preservativi nell’alcova in bagno

ospedale, loreto mare, napoli, alcova, scandalo, reggiseno, preservativi,

In ospedale si salvano vite, per carità, però è un posto triste. Tutti quei malati, la gente che soffre, mettono angoscia, no? Come si fa a renderlo un posto più piacevole? Semplice, semplicissimo, basta crearsi un “nido d’amore” all’interno.

E’ quello che è successo all’ospedale Loreto Mare, a Napoli, che non è nuovo agli onori della cronaca. Nella tarda serata di sabato pazienti e impiegati della ditta delle pulizie si sono trovati di fronte una scena surreale e anche piuttosto imbarazzante, di certo poco conforme alle norme igieniche di un ospedale.

Nel nosocomio in via Vespucci, già al centro delle indagini dopo il blitz anti-assenteismo dei carabinieri e le operazioni dei militari in corso per verificare la creazione di falsi certificati, è stata ritrovata una vera e propria alcova. Nel bagno degli ambulatori al primo piano della struttura, è stata allestita una sorta di camera da letto, utilizzando un materassino preso in prestito da un barella e lenzuola di quelle in dotazione alla struttura ospedaliera.

Come se non bastasse, accanto al letto improvvisato, c’era anche un reggiseno, fazzoletti sporchi e preservativi, usati. Che schifo. Nonostante la pulizia sia stata effettuata, a oggi il materassino col lenzuolo non è stato rimosso e troneggia ancora all’interno del bagno ambulatoriale che, normalmente, è aperto ai pazienti che si recano nei vari ambulatori sul piano.

«Non spetta alla ditta di pulizie rimuovere quel materassino ma è assurdo che il bagno sia lasciato in queste condizioni e che le porte dell’accesso agli ambulatori non siano sempre chiuse di sera», dice un degente che, come altri ricoverati incuriositi dalla notizia sparsa in ospedale, si è recato personalmente a vedere la scena dello scandalo.
Al di là delle facili riflessioni sulla professionalità della struttura, la domanda sorge spontanea: chi sarà stato? Una coppia di medici che, stile Grey’s Anatomy, hanno trovato una facile soluzione alla mancanza di tempo libero? Chissà. Chissà se lo sapremo mai.

Articoli correlati

*

Top