Alzheimer, dalla menta un aiuto per contrastare la malattia

menta, alzheimer, polifenoli, cura, trattamento, demenza,

Uno studio della Charles Sturt University in Australia afferma che un valido aiuto nella lotta contro l’Alzheimer potrebbe venire dalla natura. In particolare dall’estratto di menta.

Non è una novità. Già anticamente, questa erba dall’odore inconfondibile veniva associata a effetti positivi sulla memoria. Ma non si pensava fino al punto di contrastare l’Alzheimer caratterizzata proprio perdita della memoria. Ma, si sa, la saggezza popolare è più avanti di quel che si crede.

Lo studio australiano, pubblicato sul Journal of Functional Foods, parte da numerosi test dei diversi tipi di menta disponibili e, dati di laboratorio alla mano, ha dimostrato come questa erba usata in cucina abbia effettivamente fortissimi effetti antiossidanti, utili nel contrastare i radicali liberi associati all’Alzheimer.

I ricercatori (guidati dal dottor Paul Prenzler) hanno, inoltre, evidenziato che questa erba aromatica contiene anche numerose sostanze chimiche che potrebbero aiutare le capacità cognitive di pazienti con forme lieve e moderata di malattia.

Nei diversi tipi di menta analizzati sono state individuate anche delle particolari sostanze, dette biofenoli, che prevengono le reazioni di ossidazione (sono, appunto, antiossidanti) che sembrano avere un’azione di inibizione dell’acetilcolinesterasi, enzima che danneggia un neurotrasmettitore implicato nella memoria, l’acetilcolina. Dunque, in estrema sintesi, la menta ha una potenziale azione protettiva contro la demenza da Alzheimer.

 

Articoli correlati

*

Top