Cellulite, dal Sime i rimedi per sconfiggerla davvero

cellulite

Quasi nessuna donna, persino se magra e atletica, è completamente esente da questo inestetismo: la cellulite colpisce ben 20 milioni di italiane che, almeno una volta nella vita, hanno provato di tutto pur di debellarla. Con scarsi risultati.

Fa forse un rimedio c’è. Come spiega Emanuele Bartoletti, presidente della Società italiana di medicina estetica (Sime) che annuncia: «Quest’anno finalmente presenteremo sulla cellulite i risultati di una serie di ricerche e studi molto approfonditi: finalmente riusciremo a fare un punto preciso, e riusciremo a trarre considerazioni scientifiche importanti sull’inquadramento di questa patologia molto comune, ma su cui ancora non c’è una convergenza di opinione sia da un punto di vista di origine clinica che dal punto di vista del trattamento. Che è la cosa più importante».

Tra i rimedi efficaci c’è l’attività fisica. Le donne con cellulite ma non in sovrappeso dovrebbero preferire una l’attività aerobica non particolarmente intensa: una camminata di 40 minuti al giorno, ad una velocità leggera, alla lunga porterà dei benefici senza eccessiva fatica.

Per le più atletiche, invece, lo sport migliore per combattere la cellulite è indubbiamente il nuoto: il massaggio esercitato dall’acqua contribuisce a ridurre il senso di accumulo edematoso delle zone affette da cellulite, migliora il microcircolo contribuendo a sfiammare i tessuti. Inoltre, in caso di sovrappeso, fa bene sapere che il nuoto fa consumare almeno 700 calorie all’ora.

Per le più pigre, invece, che preferiscono affidarsi alla tecnologia c’è la lipoemulsione: una tecnica ad ultrasuoni freddi (Cellublunt) che prevede l’utilizzo di una sottilissima sonda. Oppure, la tecnica della sub-incisione o della incisione chirurgica sotto dermica per il trattamento dei glutei e delle cosce.

Se volete sconfiggere il nemico estetico n. 1 nelle donne, dunque, datevi da fare. E ricordatevi che esistono cattive abitudini che aggravano la situazione: uno stile di vita sedentario, eccesso di alcol, fumo, un’alimentazione ricca di grassi e cibi salati, abbigliamento troppo stretto, molte ore consecutive passate sedute o in piedi, postura sbagliata e aumento di peso o dimagrimento eccessivo in poco tempo.

 

*

Top