L’ultimo ricatto degli hacker: rubata la pellicola de “I pirati dei Caraibi”. Chiesto un riscatto milionario

hacker

Un gruppo di hacker ha rubato il quinto capitolo della saga capitanata da Jack Sparrow. I criminali hanno chiesto un ingente riscatto in bitcoin. Ma il ceo della Disney ha dichiarato che la multinazionale non è intenzionata a pagare

Nemmeno Jack Sparrow, il pirata sopravvissuto alle avventure più estreme ed esilaranti, è riuscito a scampare all’astuzia degli hacker. Un gruppo di cyber-criminali, ha rubato una copia digitale del film “Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar”. E adesso, il gruppo di informatici chiede un ingente riscatto alla Walt Disney, pena la “pubblicazione gratuita in anteprima mondiale”. Prima un piccolo assaggio di cinque minuti, poi una porzione più consistente di venti. E infine, se la Disney continua a non pagare, verrà diffusa l’intera pellicola.

Non è ancora chiara la cifra del riscatto, ma secondo le ultime indiscrezioni riportate da Deadline, si parla di “un’enorme quantità di denaro”. Bob Iger, intervistato da Hollywood Reporter, ha rivelato che il gruppo di hacker ha chiesto che la somma venga versata in bitcoin, la criptovaluta utilizzata per le transazioni anonime sul web. Il dirigente, ha voluto precisare che l’azienda non intende pagare neanche un centesimo.

L’ex hacker Hector Monsegur ha spiegato a Deadline che sarà piuttosto complicato individuare i colpevoli dell’attacco. “Ci sono moltissimi hacker, provenienti da qualsiasi parte del mondo. – ha rivelato l’esperto informatico – Inoltre conoscono le tecniche usate per rintracciarli. Un hacker egiziano potrebbe usare un software russo per sembrare russo, mentre in realtà si trova in Egitto”.

Non è la prima volta che un gruppo di hacker tenta di estorcere denaro alle case cinematografiche. Qualche settimana fa, un team di cyber-criminali è riuscito a rubare alcuni episodi inediti della serie “Orange is the New Black”. Le puntate sono state pubblicate integralmente su internet, dal momento che Netflix ha deciso di non pagare il riscatto. In quell’occasione, il gruppo di hacker è riuscito a rubare gli episodi infiltrandosi nei server della società a cui Netlix si era affidata per la sistemazione dei sottotitoli. E speriamo che all’ultimo episodio della fortunatissima saga Disney non tocchi lo stesso destino.

Articoli correlati

*

Top