Calcio: a Sky i diritti tv della Champions League per il triennio 2018/2021

Sky

Dalla stagione 2018/2019 tornerà su Sky il più importante torneo continentale (e partirà la nuova formula con 4 squadre italiane direttamente qualificate).

Grandi novità per Sky, in quanto la tv satellitare del magnate Murdoch si sarebbe aggiudicata (manca solo l’ufficialità) i diritti per trasmettere la Champions League sui propri canali. Sky avrebbe avanzato l’offerta di 200 mln di euro a stagione, battendo così la concorrenza di Mediaset e stabilendo la promessa di cedere alla Rai una partita a settimana per trasmetterla in chiaro.

L’emittente satellitare, che ieri si era aggiudicata i diritti della Champions League per la Germania, tornerà a trasmettere le partite del più importante torneo per club del Vecchio Continente. Restano da definire solo alcuni dettagli del contratto che la legherà alla Uefa per 3 anni, durante i quali Sky godrà del quasi monopolio eccettuata la messa in onda di una partita il mercoledi sera sulla Rai (ottenuta grazie ad una sublicenza che la rete nazionale pagherebbe all’incirca sui 40 mln di euro a stagione), come voluto fortemente dalla Uefa.

La prossima edizione della Champions League, nonostante l’ormai prossimo accordo, sarà comunque ancora trasmessa da Premium (e Canale 5), forte del contratto da 220 mln di euro stipulato pochi anni fa, quando i diritti tv erano un tantino più costosi di adesso.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Federico Guglielmo said:

    RAI (TV di Stato) e SKY (TV di Murdoch) insieme per la U.E.F.A. Champions League. Ora posso stare più tranquillo, perché Mediaset è stufo del calcio e dei cinici sponsor a causa della terribile violenza sugli arbitri e sugli ex disturbatoracci falliti che la televisione li disturbava e li cacciava via senza farli intervenire, neanche farli insultare e nemmeno farli inveire.

*

Top