Si prevedono tempi duri, per chi fa pubblicità occulta su Internet

Pubblicità

State in guardia, gestori di blog e star dei social network che fate della pubblicità camuffata: nel “ddl concorrenza” si parla anche di voi.

E’ in arrivo una stretta sui selfie-spot dei vip sul web, vere e proprie forme di pubblicità occulta su cui il mondo politico ha puntato la propria attenzione. Una parte del disegno di legge “concorrenza”, infatti, è dedicata alle foto sponsorizzate e in generale sulla pubblicità camuffata sui blog ed i social network.

Il Governo si è impegnato formalmente ad intervenire a livello legislativo “affinché l’attività dei web influencer sia regolata” – sostiene l’Unc (unione nazionale consumatori) in una nota, in modo da permettere “ai consumatori di identificare in modo univoco quali interventi realizzati all’interno della rete internet costituiscano sponsorizzazione”.

L’Unc sostiene che “grazie alla nostra sollecitazione, Sergio Boccadutri (deputato del Pd, ndr) ha presentato un ordine del giorno che è stato approvato durante l’esame del ddl Concorrenza sul tema della pubblicità promossa in modo occulto dai web influencer”.

La stessa Unione aveva sollevato il problema dei selfie sponsorizzati e in generale della pubblicità camuffata sui blog ed i social network, presentando nei mesi passati un esposto all’Antitrust, ed ha chiesto successivamente l’intervento anche dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

“Il nostro obiettivo è avere regole chiare. Accanto ad ogni foto sponsorizzata deve comparire sempre una didascalia che informi correttamente del carattere promozionale del messaggio”.

Niente più selfie-trabocchetto, quindi, con vip e web influencer che mostrano innocentemente in bella vista marchi e loghi, che in realtà pubblicizzano apertamente.

 

Articoli correlati

*

Top