“Benito bricolage”, l’ultima (tristissima) trovata dell’antifascismo

Antifascismo

“Un simpatico passatempo per l’estate”, lo definisce l’ultimo (in ordine di tempo) leone da tastiera appartenente ad un antifascismo che non ha più argomenti.

A ben guardare, nell’antifascismo dei nostri giorni c’è spazio solo per vecchi dinosauri in via d’estinzione, giovani invasati che fondano la propria visione della storia e del mondo sui documentari di Rai 3 e personaggi clowneschi, folkloristici, che pensano di essere veramente forti ed invece pubblicano boiate pazzesche.

Uno di loro è certamente il giornalista cagliaritano Claudio Cugusi, che sul suo profilo Facebook ha pubblicato il “Benito bricolage”, a suo dire “un simpatico passatempo per l’estate, che si può anche colorare con i pennarelli”. Ma andiamo a vedere in cosa consiste questa genialata pubblicizzata dal nostro leone da tastiera: si tratta di ritagliare ed appendere l’immagine di Mussolini (ritratto come fu issato sulla pompa di benzina nel milanese Piazzale Loreto) dove più lo si desidera.

Meticolosa è la spiegazione sull’occorrente da usare e le procedure da seguire, per ottenere il macabro risultato di visualizzare l’episodio da cui sono nati i 70 anni e più di storia italiana del dopoguerra.

Il caldo afoso, le batoste elettorali, gli scricchiolii dei propri traballanti ideali ed il fatto che mano a mano gli viene sottratto il consenso popolare: queste le possibili cause della brillante trovata antifascista, che invece delle grasse risate preventivate trova la commiserazione nel constatare tanta povertà intellettuale.

 

Articoli correlati

*

Top