In un video un immigrato illustra chiaramente quali saranno le conseguenze dello Ius Soli

Dopo le confessioni sui migranti della Bonino, ecco cosa pensa dello Ius Soli un immigrato che ha le idee molto chiare.

Più diretto di così non si può. Ce lo stanno dicendo apertamente ed in mille modi, che questa ondata immigratoria non è affatto spontanea ma fa parte di una strategia studiata a tavolino, che tra qualche decennio sposterà irrimediabilmente gli equilibri politici di questo paese.

Prima le dichiarazioni di Emma Bonino, che ha spiegato come nel 2014 il Governo italiano pretese l’affidamento della cabina di regia dell’emergenza sbarchi, ottenendo in questo modo che i migranti arrivassero con le navi esclusivamente nei porti italiani. Ora le esternazioni di un immigrato, rilanciate da Il Primato Nazionale, che candidamente spiega come tra qualche decennio il panorama politico italiano verrà ribaltato grazie allo Ius Soli.

 

 

“Al di là dell’ostruzionismo – afferma – volenti o nolenti ci sarà per forza un “passaggio culturale” (ma adesso lo chiamano così? E in base a cosa dovremmo disconoscere le nostre radici culturali? Ma soprattutto perché questo personaggio e tanti altri si arrogano il diritto di spiegarci la storia d’Italia e d’Europa? Ndr). Nel momento in cui sarà riconosciuta la cittadinanza, a quel punto si creerà un nuovo peso politico e coloro che oggi paventano e utilizzano in maniera fraudolenta certi termini non avranno più abbastanza spazio”. Ovviamente si sa benissimo quali siano queste formazioni politiche, e le idee ed i termini a cui questo signore allude sono le perplessità e la contrarietà opposta alla norma dello Ius Soli, la cui discussione al Senato è slittata alla settimana prossima grazie all’ostruzionismo delle opposizioni.

C’è anche da sottolineare che il tizio presente in studio ha dato implicitamente ragione al Senatore leghista Stefano Candiani, che in collegamento esterno ha ricordato le parole di un imam: “con la vostra democrazia vi conquisteremo e con le vostre regole vi governeremo”.

E’ veramente miope chi pensa di assicurarsi un bacino elettorale con l’ingresso di milioni di (pseudo) docili migranti e la cittadinanza data a chi semplicemente nasce sul suolo italiano, pur non accettando e non condividendo nulla della nostra cultura. Un miope a cui tornerà una vista perfetta tra qualche decennio, quando i giochi saranno oramai irrimediabilmente fatti.

 

 

Articoli correlati

*

Top