Migranti, l’Austria all’Italia: “stop ai trasferimenti da Lampedusa o chiuderemo il Brennero”

Migranti

Ultimatum del ministro degli esteri austriaco dopo il vertice con il suo omologo Alfano sul problema dei migranti.

Definitive, le parole dell’austriaco Sebastian Kurz al nostro ministro degli esteri Angelino Alfano, in merito alla gestione del flusso dei migranti. “Pretendiamo che venga interrotto il traghettamento di migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, verso la terraferma”.

Il colloquio, definito da Kurz “corretto” (e questo, tradotto in italiano dal linguaggio diplomatico la dice tutta, ndr), è avvenuto a Vienna. Kurz ha minacciato che “l’Austria chiuderà il Brennero, se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare”, aggiungendo che “non abbiamo tuttavia ancora la stessa posizione”.

Le parole del ministro Kurz sono giustificate, a suo dire, da “un sovraccarico dell’Europa centrale. Se l’Italia dovesse continuare con i tempestivi trasferimenti sulla terraferma, da dove i migranti proseguono verso nord, non aumenterà solo il sovraccarico in Europa centrale, ma continueranno anche gli annegamenti”.

“Il salvataggio in mare non deve essere un ticket per l’Europa centrale”, ha concluso, sottolineando che per il momento la cooperazione con l’Italia sta funzionando “ma se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare verso nord”, avverte “metteremo in sicurezza i nostri confini”.

Più chiaro di così proprio non si può. E nella speranza che Alfano abbia recepito il messaggio, Kurz gli ha anche suggerito una exit strategy dignitosa ed inoppugnabile, e cioè quella dell’applicazione di un codice di condotta per le Ong che ne limiterebbe (se non ostacolerebbe completamente) l’operato.

Articoli correlati

*

Top