Frattamaggiore (Na): uccide un cane schiacciandogli la testa e intima la rimozione di un post con la sua foto ed il suo nome

Cane

Sulla pagina Facebook del PAE (Partito Animalista Europeo) viene raccontata la prosecuzione della tragica vicenda legata all’uccisione di un cane nel napoletano.

Sarà noto a molti l’antefatto della storia, e cioè la barbara uccisione di un cane (un chihuahua di nome Katty) avvenuta a Frattamaggiore circa una settimana fa. Un uomo (se così lo si può chiamare), infastidito dall’abbaiare dell’animale, gli ha schiacciato la testa causandone la morte.

Il 5 agosto il PAE (Partito Animalista Europeo) ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il profilo Fb dell’assassino, dal quale si può evincere il suo nome e le sue sembianze fisiche.

 

 

L’uomo, prontamente, ha scritto al PAE su Messenger intimando la rimozione del post e delle immagini, dal momento che non risulta attualmente oggetto di alcun provvedimento giudiziario di condanna e viene continuamente insultato da ignoti e non, minacciando al tempo stesso di ricorrere ad un legale al fine di tutelare i suoi diritti se la sua richiesta non verrà accolta.

La risposta del PAE non si è fatta attendere: “ha ucciso senza pietà con volontà e coscienza il chihuahua Katty schiacciandogli la testa davanti la sua proprietaria, una bambina di 12 anni. Adesso L.C. (abbreviazione nostra, ndr), il vile autore dell’efferata uccisione, ha intimato di rimuovere il post con la sua foto ed il suo nome, poichè numerosi insulti ed ingiurie danneggiano la sua immagine “… ledono l’onore ed il decoro agli occhi dell’opinione pubblica…” minacciando di ricorrere ad azioni legali. Il Pae ha deciso di pubblicare foto, nome e pagina Fb dell’assassino di Katty, il malvivente L.C. In attesa della sentenza penale passata in giudicato per noi è colpevole moralmente, oltretutto non si è mai pentito della brutale uccisione. Il malvivente deve ritenersi fortunato che nessuno lo ha aspettato sotto casa per farsi giustizia!!!”

In attesa che la Magistratura accerti la dinamica dei fatti, ci chiediamo cosa si aspettasse L.C. dopo quello che ha fatto, petali di rosa ed un tappeto rosso?

Articoli correlati

9 Commenti

  1. Tullia said:

    Bisogna dare un esempio di legalità a questo inutile parassita … gli animali non si uccidono. Spero che l’umanoide si aprono le porte del carcere. Giusto esempio da dare !!!

  2. grazia said:

    deve morire allo stesso modo infame bastardo, come fa quella donna a stare vicino a un essere così ignobile!!!!

  3. Debora said:

    Va inseguito sotto casa ed usato come decorazione di un bel murales…solo che il colore rosso deve provenire dal sangue suo e non di una povera vittima innocente.

    Il mondo non ha bisogno di questi individui.
    I miei Rottweilers si invece…hanno sempre fame.

*

Top