Calcio: stasera Siviglia-Roma, ma 22 anni fa ci fu un’omologa e particolarissima partita

Siviglia-Roma

Alle 22 si gioca in Spagna Siviglia-Roma, riedizione di un simbolico incontro giocato allo Stadio Olimpico.

Siviglia-Roma di stasera (valevole per il Trofeo Puerta) non sarà una partita normale, almeno per due persone. Il match infatti sarà il quarto (amichevole, mai ufficiale) tra gli spagnoli e gli italiani, ma pochi sanno che le due squadre si incontrarono già il 20 agosto 1995, mettendo l’uno contro l’altro due giocatori che 22 anni dopo si sarebbero incontrati di nuovo per collaborare.

Erano Totti e Monchi: il primo, non ancora 19enne, era la “punta di scorta” (così lo chiamavano i giornali) della Roma, acerbo attaccante che si stava affacciando, agli albori di una fantastica carriera, ad ambiti palcoscenici: il secondo, invece, era il secondo portiere della squadra andalusa, sostituto di quell’Unzuè attuale tecnico del Celta Vigo, avversario della Roma il 13 agosto.

Sarà una partita dall’alto valore simbolico dicevamo, il secondo capitolo di una sfida terminata nel 1995 con la vittoria della Roma per 1-0, con una rete segnata proprio da Totti al 18simo del primo tempo, con una “rasoiata diagonale che valorizza un’idea verticale di Statuto con Branca rifinitore”. Un goal realizzato quando in porta per il Siviglia c’era Unzuè, sostituito al 25simo della ripresa da Ramón Rodríguez Verdejo, detto Monchi, il futuro ds che renderà gli spagnoli capaci di vincere ben cinque Coppe Uefa/Europa League tra il 2005 e il 2016.

Tralasciando questa “chicca”, vedremo all’opera una Roma priva di alcuni giocatori fermi ai box (Florenzi, Emerson, Karsdorp, El Sharaawy i più importanti) e di altri (minimo due, un centrale di difesa ed un esterno d’attacco) dei quali la tifoseria ha fretta di conoscere il nome.

Articoli correlati

*

Top