Allarme parcheggi, sempre più strisce blu e garage costosi nelle grandi città

parcheggi

Un’inchiesta di Quattroruote denuncia l’aumento delle tariffe e degli affitti per i parcheggi a Milano, Torino, Roma e Napoli.

I Comuni stanno inondando lentamente di strisce blu anche le periferie delle grandi città. Le tariffe per la sosta crescono, e per chi cerca una valida alternativa in termine di parcheggi cozza contro le esose richieste dei proprietari dei garage.

Un quadro a tinte fosche, quello dipinto dalla rivista specializzata Quattroruote, che lancia un’affermazione decisamente realistica: “il risultato di tutto ciò è che, spesso, tenere un’auto ferma può essere più costoso che utilizzarla”.

Sembra un’assurdità ma non lo è, cifre alla mano, riscontrado la perversa sinergia che si è venuta a creare tra amministrazioni pubbliche e garage privati. Che sfocia da una parte nella proliferazione di aree, anche periferiche, popolate dalle famigerate strisce blu le cui tariffe sono in aumento, e dall’altra nell’innalzamento dei costi di un semplice posto auto.

Entrando nello specifico, secondo l’inchiesta di Quattroruote, al vertice della hit parade delle strisce blu c’è Milano: “all’interno della Cerchia dei Bastioni, a partire dalla seconda ora, il prezzo per la sosta nelle strisce blu è di ben 4,5 euro l’ora (3 euro, per la prima), di poco inferiore a quello praticato da molti autosili e garage. Seguono, in questa classifica, Torino e Napoli con 2,5 euro l’ora per il parcheggio nelle strisce blu della Ztl centrale (nella città campana, gli euro richiesti sono 2 per la prima ora); chiude la graduatoria Roma, con 1,2 euro l’ora, sempre all’interno della Ztl. La convenienza della Capitale è però destinata ad avere vita breve, visto che la sindaca Raggi ha già annunciato l’intenzione di portare la spesa oraria, sia per le zone centrali sia per quelle semi-centrali, a 3 euro l’ora”.

Se i costi imposti dalle amministrazioni pubbliche sono esosi, parimenti esagerati sono quelli dei garagisti. Quattroruote ha preso in esame i costi di un campione di dieci garage, autorimesse e autosili delle zone centrali o semicentrali delle quattro città, rilevandone le tariffe orarie e mensili per una vettura media. Per quanto riguarda il costo per un’ora di sosta, le strutture più care sono quelle di Roma: anche 7 euro, contro i 5 di Milano, i 4 di Napoli e i 3,5 di Torino. L’hit parade del caro-sosta mensile vede al vertice sempre la Capitale, con una richiesta media, per le dieci strutture esaminate, di ben 483 euro, contro i 253 di Milano, i 201 di Napoli e i 166 di Torino. Da record il costo mensile di una struttura nel cuore di Roma, vicina a Montecitorio: ben 854 euro al mese. Non mancano, però, altri operatori che chiedono più di 500-600 euro, contro le punte di 350 a Milano e Napoli e di 300 a Torino.

Articoli correlati

*

Top