Calcio: la Liga spagnola multa il Celta Vigo per la bassa affluenza allo stadio

celta vigo

La squadra galiziana è stata sanzionata per non aver raggiunto la percentuale di riempimento del 70%, come da accordi raggiunti con le tv.

La Liga spagnola inaugura il suo nuovo corso sanzionando il Celta Vigo a causa della scarsa affluenza registrata in due partite casalinghe al Balaidos contro Real Sociedad e Alaves.

L’accordo firmato dai club con le televisioni, infatti, prevede il riempimento di almeno il 70% della capienza totale dello stadio, requisito che il Celta non è riuscito a soddisfare contro Real Sociedad (16.961 spettatori) e Deportivo Alaves (17.384), a fronte di 29mila posti disponibili nell’impianto.

La società galiziana, per evitare di accumulare multe da parte della LFP, ha ridotto il prezzo dei biglietti per la gara Celta-Getafe al fine di aumentare le presenze allo stadio. Le curve saranno accessibili a 15 euro (10 per i minori di 25 anni), mentre la Tribuna (settore nelle prime due gare semi-vuoto) costerà 40 euro.

Ma cosa accadrebbe se le stesse regole fossero in vigore in Italia, dove oramai la maggior parte degli stadi sono semi-deserti? Diciamo subito che qui da noi una misura del genere non sarebbe neanche pensabile, soprattutto analizzando i numeri della stagione 2016/2017: solo due club di Serie A hanno riempito lo stadio per una percentuale superiore al 70%, e sono la Juventus (95%) ed il Cagliari (81%).

Le due squadre che più si sono avvicinate alla percentuale minima consentita in Spagna sono l’Udinese (69.8%) ed il Torino (69%). Dopo di loro il baratro, dal momento che ben dodici squadre si sono assestate sotto il 60%. La retrocessione in questa particolare classifica l’hanno ottenuta la Lazio (31%), il Palermo (36%) ed il Chievo (43%).

Articoli correlati

*

Top