Infangata (come se ce ne fosse il bisogno) la memoria dei morti dell’Heysel

heysel

A Bruxelles è stato allestito un deposito di bidoni dell’immondizia sotto la lapide per i morti dello stadio Heysel.

Decisamente il posto sbagliato, all’esterno dell’impianto dell’Heysel, dove ammassare decine di bidoni dell’immondizia. Uno schiaffo vero e proprio alla memoria delle 39 vittime (in grandissima parte tifosi bianconeri) che il 29 maggio del 1985 persero la vita poco prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool.

Per alcuni potrà sembrare un’inezia, un dettaglio, ma appare davvero indecoroso aver piazzato, perfettamente allineati, una fila di secchioni sotto la lapide (installata 12 anni fa) che li ricorda.

L’eurodeputato piemontese Alberto Cirio ha mandato al sindaco della capitale belga la foto dove sono in bella mostra, definendo una “scelta indecorosa”, con la quale “si manca di rispetto alle 39 vittime e ai familiari”, quella di piazzare proprio in quel posto i bidoni. Cirio ha richiesto anche l’immediata rimozione dei secchioni dicendosi certo che il primo cittadino di Bruxelles “vorrà adottare gli accorgimenti opportuni per garantire il giusto rispetto ad un monumento che ricorda un momento così tragico della nostra storia sportiva recente”.

A volte, diceva anni fa un famoso critico, la forma è sostanza. E stavolta siamo in presenza di uno di quei casi.

Articoli correlati

*

Top