Cina: gioca allo smartphone 24 ore e perde la vista

smartphone

I videogiochi erano la sua grande passione. Rimaneva sveglia e digiunava per finire i livelli dei videogame

Una ragazza di 21 anni ha perso la vista dopo aver tenuto gli occhi incollati al proprio smartphone per più di 24 ore. A riportare la notizia è il quotidiano cinese “Chanel New Asia“. La ragazza, che subito dopo il ricovero in ospedale ha rilasciato un’intervista, ha spiegato ai microfoni dei giornalisti che giocare con lo smartphone è la sua più grande passione, motivo per il quale molte volte saltava i pasti e le ore di sonno.

Qualche sera fa, la ragazza, che vive nella provincia nord-occidentale dello Shaanxi, ha passato 24 ore a giocare senza mai fermarsi. “L’overdose da videogiochi” le ha provocato una perdita graduale della vista. Giunta in ospedale, i dottori le hanno diagnosticato un’occlusione dell’arteria retinica centrale, legata – con tutta probabilità – all’intenso utilizzo dello smartphone. A detta degli esperti, in questi casi è molto difficile recuperare la vista. Solo una piccola percentuale (meno del 3%) riesce a recuperarla anche solo sensibilmente.

Nell’intervista pubblicata sulla testata asiatica, la ragazza ha raccontato la sua giornata tipo: sveglia alle 6:30, 7 ore di gioco intenso fino all’1:30, una piccola pausa di mezz’ora per riposare gli occhi, e poi di nuovo con la testa china sullo schermo dello smartphone fino alle 2 di notte. Attualmente, la ragazza si trova in ospedale con un occhio cieco. I dottori stanno studiando la situazione, ma al momento, viste le condizioni piuttosto critiche del suo apparato visivo , è esclusa ogni tipo di operazione.

Articoli correlati

*

Top