Whatsapp, attenti alla nuova truffa: 100 euro di multa per “connessioni online illegali”

Ecco l’ultima truffa che spunta sulla piattaforma di messaggistica più utilizzata al mondo: “100 euro per violazione di legge”

Oramai è risaputo: sono centinaia le truffe che spopolano ogni mese sulle piattaforme dei social network. E allora, dopo le gift card di Decathlon e i buoni sconto dell’Eurospin (vedi qui), ecco spuntare fuori la truffa della “violazione di legge” targata Polizia Postale.

Tramite il profilo Facebook ufficiale – Commissariato di PS Online Italia -, le forze dell’ordine hanno smascherato l’abile truffa messa a punto da alcuni hacker. Funziona cosi: il malcapitato riceve su Whatsapp un messaggio che recita: “a causa di connessioni online illegali, il dispositivo verrà bloccato e tutti i file su di esso contenuti saranno criptati fino al pagamento della multa”. La finestra scompare, e subito dopo ne appare un’altra in automatico: “La polizia italiana avverte: l’accesso a internet è limitato a causa della violazione di legge. Tutte le azioni fatte su questo dispositivo mobile sono state registrate. Tutti i vostri file sono stati criptati. La dimensione della sua multa è pari a 100 euro. Se si lascia trascorrere 24 ore senza pagare, il tuo account Google verrà bloccato e sarà oggetto di un procedimento penale. La multa può essere pagata tramite l’apposito voucher PaySafeCard. PaySafeCard è disponibile in tutta sicurezza in Italia”.

Una volta fatto recapitare il messaggio, i cybercriminali invitano l’utente a versare 100 euro tramite il servizio PaySafeCard, piattaforma anonima spesso utilizzata dai malviventi per evitare di essere smascherati.

Certo, già dal messaggio scritto in un italiano poco corretto e abbastanza sgrammaticato, l’utente dovrebbe essere in grado di smascherare la truffa. Ma nel mirino dei cybercriminali ci sono proprio i meno esperti di tecnologia, come i  bambini e le persone più anziane. La Polizia fa sapere che lo stesso messaggio può essere ricevuto sia tramite SMS che su Facebook Messenger. Infine, la postale esorta tutti gli utenti a prestare la massima attenzione e ad eliminare immediatamente il messaggio da ogni chat, in modo da scongiurare l’invio automatico agli altri utenti della rubrica.

Articoli correlati

*

Top