Calcio: esordisce in coppa di Romania Cosmin Lambru, il giocatore senza una mano

Romania

L’ennesima favola a lieto fine viene dalla Romania. A conferma del fatto che, come diceva Muhammad Ali, “impossible is nothing”.

Coppa di Romania: al minuto 99, in pieni tempi supplementari della sfida Ploiesti-Mioveni, entra in campo un ragazzo dalla storia particolare. Ha un passato di sofferenza, Cosmin Lambru, segnato da un episodio scioccante avvenuto quando aveva poco meno di nove anni.

Venne travolto da un camion, il cui guidatore aveva perso il controllo del mezzo, e l’autoarticolato gli distrusse praticamente la mano sinistra. Poi la corsa in ospedale, dove i medici non poterono far altro che constatare l’accaduto ed amputargli l’arto maciullato.

Il lungo periodo di riabilitazione non gli fece perdere la voglia di giocare a calcio, ed il sogno di diventare un giocatore professionista ed esordire nel football che conta si è esaudito l’altra sera, nel corso di un incontro di coppa.

La sua storia, come quella del rugbista Ian McKinley che vi abbiamo raccontato giorni fa, è un esempio di come nello sport, per mezzo del talento, del sacrificio e della dedizione, la parola impossibile sia solo un rifugio sicuro di persone piccole e rinunciatarie.

Articoli correlati

*

Top