Calcio: per la Questura di Roma sarà una settimana da “allarme Hooligans”

hooligans

Alta sorveglianza per Roma-Chelsea e Lazio-Nizza, partite che porteranno nella Capitale centinaia di supporters “a rischio”.

Una settimana calda, almeno a sentire le stime della Questura capitolina, che in una nota informa che “è all’ordine del giorno l’incontro di calcio Roma-Chelsea, ma anche il match di giovedì tra Lazio e Nizza”. Il timore che nella folla di pacifici tifosi si possano mescolare decine di hooligans è presente, tanto che ad esempio saranno “presenti per la gara tra Roma e Chelsea diversi rappresentanti dell’ambasciata inglese e 3 esponenti della “Metropolitan Police” del Regno Unito, che collabora con la polizia italiana”.

Nella prima fase della riunione – è scritto nella nota – insieme alla polizia inglese è stata affrontata l’analisi del rischio della gara mediante l’incrocio delle informazioni delle due polizie, in cui sono emersi i seguenti elementi sensibili: sono 1.750 i biglietti venduti dal Chelsea e i tagliandi saranno distribuiti dai responsabili della biglietteria della squadra ospite presso l’Hotel Palatino. Sono apparentemente 40 i supporters inglesi a rischio, ai quali si aggiungono altri 100/150 tifosi che potrebbero fornire un supporto in caso di incidenti. I restanti tifosi, circa 1.500, non sono considerati pericolosi, e vengono definiti rispettosi delle normative del paese che li ospita. La maggior parte degli inglesi arriveranno nella giornata di domani (oggi, ndr), ma alcuni di loro sono già a Roma”.

La Questura punta il dito contro “possibili eccessi nel consumo di alcol, che potrebbero causare momenti di tensione. Secondo la polizia inglese esistono buoni rapporti tra i tifosi del Chelsea e quelli della Lazio, con conseguente rivalità con i tifosi romanisti. Sono 39, i tifosi del Chelsea sottoposti al Daspo e che quindi non possono assistere alla partita, ma che comunque non sono segnalati in Italia”.

Riguardo invece il match di Europa League di giovedi “si attende la giornata del 1 novembre per un aggiornamento delle informazione sulla gara Lazio-Nizza”, ma salvo qualche iniziativa di gruppi di facinorosi (comunque presenti nella tifoseria del Nizza, una delle più “calde” di Francia, ndr) non ci dovrebbero essere, a nostro parere, grossi problemi di ordine pubblico. Considerando soprattutto l’encomiabile comportamento dei tifosi laziali che, in occasione della gara disputata in Costa Azzurra, hanno reso omaggio alle vittime dell’Isis.

Articoli correlati

*

Top