Tetrodotossina, un veleno 1.200 volte più potente del cianuro

A Molfetta, in prossimità di Bari, è stato pescato un altro esemplare di pesce palla maculato, una specie altamente tossica al consumo.

A riconoscerlo è stato un cittadino che ha immediatamente provveduto ad informare il pescatore della sua pericolosità, evitandone l’immissione sul mercato.

La segnalazione è poi stata estesa agli organi di competenza ed è arrivata ai ricercatori dell’ Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) nell’ambito della campagna di informazione lanciata dall’Istituto stesso nel 2013 e rafforzata nel 2015 attraverso la collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali; il Corpo delle Capitanerie di Porto e con l’Istituto di Scienze del Mare di Barcellona, che coordina un progetto che coinvolge ogni cittadino nella segnalazione di specie esotiche ed altre problematiche ambientali.

Il pesce palla maculato (Lagocephalus sceleratus) è entrato nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez nel 2003 e in pochi anni ha invaso il bacino orientale del Mediterraneo raggiungendo, quattro anni fa, le coste italiane di Lampedusa. Da allora, grazie alle campagne di informazione, è stato possibile reperire segnalazioni sulla presenza di questa specie lungo la costa meridionale della Sicilia, dalla Calabria e dalla Puglia. Gli scienziati ricordano che la tossicità del pesce palla maculato permane anche dopo la cottura; una volta pescato occorre stare attenti a maneggiarlo per evitare il suo potente morso.

Il pesce palla è un pesce osseo di acqua sia dolce che salata, appartenente alla famiglia dei Tetraodontidae.

Ad oggi le specie note di questo tipo di pesce sono circa 120. La maggior parte dei pesci palla contiene tetrodotossina, un veleno 1.200 volte più potente del cianuro. Per lo più vive nelle acque dell’Oceano Indiano, Pacifico ed Atlantico; il suo veleno blocca i canali del sodio e quindi la trasmissione degli impulsi nervosi. Per questo motivo, se ingerito, paralizza i muscoli e porta rapidamente alla morte. La neurotossina è particolarmente concentrata nel fegato e nella cistifellea del pesce palla, nonché negli occhi e nelle ovaie.

Gli unici ad essere immuni dall’effetto letale del Lagocephalus sceleratus sono gli squali.

Patrizia Maglioni

2 Commenti

  1. Paola Di Cioccio said:

    dove è possibile acquistare il cianuro? E’ possibile reperirlo su internet?

*

Top