Anche Netflix dà il benservito a Kevin Spacey

spacey

L’azienda attiva nella distribuzione via internet di film e serie televisive ha deciso di scaricare Spacey dopo le accuse di molestie sessuali.

Netflix ha tagliato i ponti con Kevin Spacey e la produzione di House of Cards sta valutando se uccidere (per finta, s’intende) nella fiction tv il presidente Frank Underwood, interpretato dall’attore accusato di molestie sessuali.

Secondo Variety, uno scenario allo studio ipotizza l’assassinio di Underwood per lasciare che la sesta stagione si concentri su Robin Wright, nella parte di sua moglie Claire.

L’idea che sta alla base della volontà di proseguire è che i circa 300 dipendenti della serie che resterebbero disoccupati con la cancellazione della sesta stagione non debbano pagare per le accuse di molestie sessuali rivolte al protagonista.

Netflix ha annunciato che non sarà più coinvolta con altre produzioni di House of Cards che includano Spacey e che ha messo anche in naftalina Gore, un nuovo film biografico sugli anni passati da Gore Vidal in Italia di cui l’attore è produttore e protagonista.

Il servizio di tv in streaming ha fatto sapere che sta lavorando con la società che produce la serie, Mrc, per valutare se continuare senza Spacey.

Articoli correlati

Top