La verità (sconfortante) sullo spot della Honda che ha spopolato in rete

Dopo che è stata venduta 60 volte il suo valore, si viene a sapere che la pubblicità che riguardava la vecchia Honda aveva ben poco di veritiero.

Sciocchi noi che ci abbiamo creduto, che abbiamo scambiato il verosimile per reale. Solo ora ci accorgiamo che lo spot che ci ha stupito e fatto sognare, quello che aveva come protagonista una donna alla guida di una Honda, è nientemeno che un video confezionato ad arte, un trucco molto poco veritiero.

 

 

In verità nulla è come sembra, e partendo dalla protagonista veniamo a sapere che in realtà, chi ha fatto innamorare la rete non è la vera proprietaria della vecchia Honda Accord (Carrie Hollenbeck) ma Anne Marie Avey, un’attrice che è anche modella.

Il gatto, poi, non è di nessuna delle due. Il pelosone Papa Puff Pants è un felino che da diverso tempo spopola sui social per la sua bellezza. L’unica cosa vera nello spot è l’automobile (che tra l’altro non ha mai conosciuto la bellissima Highway della Pacific Coast ma solo il misero traffico cittadino), venduta su Ebay a 32mila dollari quando in realtà viene valutata poco meno di 500.

Un miracolo della comunicazione? Diciamo di sì, anche perchè per digerire l’idea che la reale protagonista abbia incassato e reinvestito l’esorbitante importo dell’asta in una super tecnologica Opel Ampera-E (la nuova auto elettrica della GM nata per fare concorrenza alla Tesla grazie alla sua autonomia infinita) deve per forza essere stato preparato qualcosa di molto fuori dal normale.

Il diabolico spot che ha fatto cadere molti nella trappola è stato confezionato da Max Lanman, titolare guarda caso di un’agenzia di comunicazione, che ha dimostrato al mondo intero cosa si possa fare con una sapiente regia e la conseguente manipolazione della realtà.

Altro che un semplice aiuto “alla mia compagna a vendere il rottame”, anche se già dall’inizio il sofisticato dispiegamento di mezzi con cui è stato girato lo spot non è che ci avesse completamente convinto della sua veridicità.

Articoli correlati

*

Top