Samsung guadagna 110 dollari per ogni iPhone X venduto

apple

Una divisione dell’azienda coreana produce i display OLED per il colosso di Cupertino. Ma Samsung non è l’unico fornitore

E’ un periodo d’oro per mamma Apple. Ieri l’ultimo rialzo in borsa (+2%) e il fatturato si assesta intorno ai 52 miliardi, quasi 2 unità in più rispetto ai 50,69 attesi dal consensus. Anche i profitti crescono vertiginosamente: 10,71 miliardi di utili, che hanno superato di gran lunga i 9,7 miliardi stimati dal mercato. Insomma, per i dirigenti di Cupertino questo iPhone X è una manna dal cielo.

Ma non sono solo gli utili a salire alle stelle. Anche i prezzi degli smartphone hanno subito un’impennata clamorosa. 1.189 euro per il modello base, quasi 300 in più rispetto al suo predecessore. 1.359 invece per la versione da 256 giga. Insomma: un mese di lavoro (nel migliore dei casi) per accaparrarsi l’ultimo gioiello della casa di Cupertino. Ma, a quanto pare, è una spesa che sono disposti a fare in molti. Difatti, nonostante il prezzo stellare, le previsioni sulle vendite lasciano ben sperare. Secondo gli studi condotti da Gartner, il nuovo dispositivo di Apple potrebbe far registrare record di vendita finora mai raggiunti.

Ma Apple non è l’unica a guadagnarci in questa storia. Una miriade di fornitori si arricchiscono per ogni iPhone X venduto. STM ad esempio, fornisce ad Apple i nuovi sensori per Face ID (il riconoscimento facciale). Ma non finisce mica qui.

Potrebbe sembrare un paradosso, ma il primo beneficiario tra i fornitori di componenti è l’acerrimo concorrente Samsung. Secondo il Wall Street Journal, per ogni iPhone X venduto l’azienda coreana guadagnerebbe 110 dollari. Quasi un decimo del prezzo finale, mica spicci.

Ma per quale assurdo motivo l’azienda di Cupertino ha scelto di chiedere aiuto al suo più grande rivale? La risposta è davvero semplice: al momento, Samsung è l’unica azienda al mondo in grado di produrre gli OLED al frenetico ritmo richiesto da mamma Apple. Da nemico numero uno, il colosso coreano è diventato socio in affari. E pensare che c’è ancora gente che discute ore e ore su quale sia la marca migliore..

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Pingback: Apple: quanto costa produrre un iPhone X?

*

Top