Angela Lansbury sulle molestie sessuali: “le donne dovrebbero prendersi parte della colpa”

Angela Lansbury

“Dobbiamo riconoscere il fatto che le donne, da tempo immemorabile, hanno fatto di tutto per rendersi attraenti. E sfortunatamente tutto questo si è ritorto contro di noi” spiega la “Signora in giallo” ai microfoni di Radio Times

Tempi duri in casa Hollywood. Dopo i recenti scandali che hanno travolto Harvey Weinstein e Kevin Spacey (vedi qui), arrivano nuove testimonianze di molestie. L’ultimo a finire nella gogna è il comico statunitense Louis C.K., uno degli aattori più famosi e influenti del globo.

Sono molti i registi che si sono schierati (seppur con deplorevole ritardo) a favore delle donne, facendo un doveroso mea culpa e additando il colpevole di turno.

Anche Angela Lansbrury, storica attrice britanica, ha voluto dire la sua opinione a riguardo. Intervistata dall’emittente radiofonica Radio Times, la “Signora in giallo” ha espresso il suo pensiero sigli scandali sessuali di Hollywood, sostenendo che “le donne attraenti, delle volte, devono prendersi la responsabilità delle molestie subite”. “Ci sono due lati della medaglia – prosegue l’attrice – e dobbiamo farci carico del fatto che le donne, da tempo immemore, si sono impegnate per essere attraenti. E sfortunatamente la bellezza si è ritorta contro di noi, così questo è il punto al quale siamo arrivate”. Dichiarazioni scomode, che in un attimo sono diventate virali su giornali e social network.

L’attrice, tuttavia, tende a sottolineare come le donne non devono mai essere pronte a subire un qualsiasi tipo di molestia. E che “non ci devono mai essere scuse per la violenza” da parte degli uomini di potere.

Ad ogni modo, la “Signora in giallo” ha scelto di concludere l’intervista lasciando un barlume di speranza per tutte le giovani attrici. “Ora molti uomini devono essere abbastanza preoccupati. Gli abusi e le minacce finiranno dopo questa spioacevole tempesta”.

 

Articoli correlati

*

Top