Domani su Discovery la nuova serie su Pablo Escobar

discovery

Il boss dei narcos torna a far parlare di sé. Su Discovery Channel la narrazione della ricerca del suo tesoro sepolto.

Pablo Escobar non ha bisogno di presentazioni, essendo stato il più ricco e ricercato trafficante di droga negli anni ’80 durante i quali ha tenuto in scacco tutti coloro i quali lo hanno inseguito in lungo e in largo. Ancora oggi il narcotrafficante colombiano è al centro di una sorta di riscoperta, che indaga sulla sua figura e sulla sua vita, soprattutto per comprendere le dinamiche con cui è riuscito a gestire il settore del narcotraffico di tutto il Sud America.

Con questa premessa, arriva nello sterminato panorama dedicato al mondo dei narcos la nuova serie documentario firmata Discovery “Escobar” (Finding Escobar’s Millions, USA 2017, 6 episodi), in onda in prima tv da mercoledì 6 dicembre alle 22:50 su Discovery Channel (Sky al canale 401 in HD ed al 402).

Nella serie è messo in risalto il racconto dell’uomo attraverso l’immenso patrimonio criminale che ha accumulato e la conseguente caccia al tesoro per ritrovarlo. Pablo Escobar ha gestito per un decennio il narcotraffico in Colombia e si stima che durante il suo incontrastato monopolio abbia accumulato diversi miliardi di dollari. Viveva al di sopra di ogni immaginazione, con il lusso e l’ostentazione come regole: collezioni di auto sportive, aerei privati, vacanze da nababbo, donne bellissime e supercorteggiate, addirittura ben tre zoo privati.

Nonostante questo, Escobar non è riuscito a spendere gran parte dei proventi del narcotraffico e fu costretto a nasconderli in tutta la Colombia. Si parla di quantità enormi di denaro sepolte letteralmente ovunque. E qui entrano in scena due brillanti ex agenti della Cia, con esperienza decennale da infiltrati nelle zone più a rischio del mondo, Douglas Laux e Ben Smith, che hanno deciso di ritrovare il tesoro sepolto di Escobar e affiancheranno i veri agenti della narcotici che sono sulle tracce dei suoi profitti illeciti, utilizzando anche alcune tecniche sofisticate come il GPR.

Partiranno dalla loro base sotto copertura a Medellin per andare a caccia di chi ha conosciuto direttamente il “re della droga”, cercando di ottenere informazioni utili per la loro missione. Iniziando proprio dal “Barrio Escobar”, la fortezza in città in cui il narcotrafficante è considerato un mito e la sua immagine è riprodotta ovunque su murales, autobus e adesivi, Doug e Ben incontreranno i sicari che hanno lavorato per lui e che ancora oggi sono tristemente i padroni delle strade di Medellin.

Articoli correlati

*

Top