Tesla: pronta la super batteria per salvare le città dai black out

Tesla

Consegnata in Australia la prima unità da 100 megawatt. La batteria di Elon Musk pronta a rivoluzionare il settore energetico

Elon Musk è un uomo di parola. Aveva giurato di poter salvare l’Australia del Sud dai suoi frequentissimi blackout. Detto fatto:in meno di 100 giorni il visionario americano è riuscito a realizzare una super batteria per l’approvvigionamento energetico di tutta la parte inferiore dell’isola. A circa due mesi dal lascia passare degli enti regolatori, il patron di Tesla ha comunicato al mondo di aver fabbricato la sua prima batteria da 100 megawatt.

Si tratta del più grande progetto mai realizzato da Tesla in questo settore. Una vera e propria rivoluzione. Basta pensare che la super batteria situata a Jamestown, una piccola cittadina a circa 200 km da Adelaide, è in grado di fornire un’ora di energia a 30mila abitazioni. Ovviamente solo in casi d’emergenza. Il nuovo prodotto di Elon Musk, collegato a una centrale eolica gestita dalla società francese Neoen, si occuperà soprattutto di garantire maggiore stabilità alla fornitura energetica, spesso soggetta a forti cali di tensione.

“La realizzazione della batteria dimostra che una soluzione per un energia sostenibile ed efficace è assolutamente possibile” appare in un comunicato della società, che per l’occasione si è avvalsa della collaborazione con Samsung per la fornitura di alcuni componenti.

Al settimo cielo Jay Weatherill: “La più grande batteria agli ioni di litio al mondo – ha dichiarato il presidente della regione – sarà una parte importante del nostro mix energetico. Servirà inoltre a inviare un messaggio chiaro: la regione del Sud Australia sarà leader nella gestione delle energie rinnovabili attraverso l’immagazzinamento a batteria”.

Articoli correlati

*

Top