Il 2017 suona vintage: mai vendute così tante musicassette

musicassette

Nell’era di internet e della musica liquida, cresce il numero degli appassionati che si abbandona al suono delle musicassette

Il 2017 è stato l’anno delle musicassette. Si, avete capito bene: quelle sagome rettangolari, piuttosto scomode e ingombranti, che negli anni ’90 ci facevano ballare sulle note delle Spice Girls e dei Backstreet Boys. Nel giorno in cui Spotify celebra i suoi 70 milioni di utenti (vedi qui), la Nielsen Media Research ha pubblicato i dati sulle vendite annuali delle musicassette: 174mila apparecchi venduti nel 2017, con un incremento del 35% rispetto all’anno precedente. Era dal 2012, ultimo anno d’oro del formato, che non se ne vendevano così tante.

La Nielsen Media Research, all’interno della sua rivista annuale Music Year-End Report, ha ricordato come gli appassionati del settore stiano pian piano abbandonando i media fisici in favore dello streaming on-line, strumento teconologico di gran lunga più pratico e funzionale. Ma nonostante Spotify e Apple Music continuino a sottoscrivere centinaia di abbonamenti ogni giorno, alcuni formati classici come i vinili e le stesse musicassette continuano a subire un forte incremento delle vendite.

Ma da dove spunta fuori tutta questa nostalgia degli anni ‘80? Secondo Billboard, il merito è tutto delle serie televisive. Non a caso, a guidare le vendite del 2017 è la soundtrack de “I Guardiani della Galassia“, seguita in seconda posizione dalla colonna sonora di Strangers Thinghs, una delle serie di maggior successo su Netflix. Per entrambe le canzoni sono state pubblicate le musicassette originali con le rispettive colonne dell’omonima serie. L’ultimo gradino del podio è occupato dal rapper Eminem, con il suo “The Eminem Show” del 2002. Subito dopo troviamo l’intramontabile “Nevermind” dei Nirvana datato 1991, che precede “Yeezus” di Kanye West del 2013.

Insomma, la febbre da anni ’80 continua a salire vertiginosamente. Saranno contenti i nostalgici e i vari maniaci del suono. E per una volta, anche tutti i punti vendita..

Articoli correlati

*

Top