Kodak lancia la sua criptovaluta: il titolo in borsa schizza alle stelle

Kodak

La storica multinazionale brevetta un sistema per la gestione delle licenze sulle fotografie. La valuta sarà utilizzabile all’interno della piattaforma KodakOne

Sarà perchè il valore dei Bitcoin continua a salire di giorno in giorno. Sarà perchè anche i suoi rivali (Ethereum e Ripple, soltanto per citarne alcuni), stanno seguendo lo stesso andazzo. Fatto sta che il 2017 è stato l’anno di consacrazione della criptovaluta. E per farsi gli auguri di buon anno, anche Kodak, la storica multinazionale della fotografia, ha deciso di lanciarne una.

L’azienda statunitense, dopo aver sfiorato la bancarotta nel 2013, ha venduto la maggior parte dei suoi brevetti a società come Apple e Microsoft. La crisi si è fatta sentire per tutti, e la moda degli smartphone non ha certamente giovato al business della storica multinazionale. Di conseguenza, Kodak è stata costretta a reinventarsi, ancora una volta.

Il colosso statunitense utilizzerà la tecnologia Blockchain e battezzerà moneta propria: i KodakCoin. Questa criptovaluta, utilizzabile all’interno della piattaforma KodakOne, permetterà a tutti i fotografi di guadagnare sulla cessione dei diritti delle fotografie. “Ormai nel settore tecnologico, le parole blockchain e e criptovaluta sono quasi una moda, ma per i fotografi sono la soluzione per quello che fino a questo momento era considerato un problema irrisolvibile: il controllo sul loro lavoro”, spiga Jeff Clarke, amministratore delegato della compagnia dal 2014.

Insomma, KodakOne rappresenta uno strumento fondamentale per la gestione dei diritti e delle licenze sugli scatti fotografici. “Lo scopo è quello di creare una nuovo sistema economico in modo da poter ricevere pagamenti e vendere i propri lavori in una piattaforma sicura”, scrivono su The Verge. Nel frattempo, continua ad aumentare il valore delle azioni Kodak. Il suo titolo, noto agli esperti di mercato come sonnolento e “senza particolari scossoni”, ha fatto un balzo del 45% dopo l’annuncio. Non solo. Dopo nemmeno due ore schizzava alle stelle con un progresso superiore al 35%, e il valore di mercato della società è salito a 289,5 milioni di dollari.

Ma non è la prima volta che l’attrattività di Blockchain moltiplica i valori in Borsa. Lo scorso ottobre, le quotazioni di On-line Plc sono passate in poche ore da 16 a 80 sterline. Tutto per merito di Blockchain. A dicembre, quando la Long Island Iced Tea Corp ha deciso di trasformarsi in Long Blockchain, e il suo titolo è schizzato del 503% in meno di 24 ore.  Numeri da capogiro, che nemmeno il più abile lupo di Wall Street avrebbe potuto prevedere.

Articoli correlati

*

Top