Sarebbe stato risolto, il mistero della fine della pilota Amelia Earhart

pilota

Identificati negli Usa i resti della leggendaria pilota statunitense, ritrovati 80 anni fa su un’isola dell’Oceano Pacifico.

Apparterrebbero ad Amelia Earhart, i resti trovati nel 1940 su una remota isola dell’Oceano Pacifico. La leggendaria pilota americana era scomparsa nel 1937 proprio mentre volava in quella zona.

Questo è quanto si evince dai risultati di una nuova analisi pubblicata sulla rivista Forensic Anthropology e condotta da Richard Jantz, del Centro di Antropologia Forense all’Università del Tennessee, che ha riesaminato le misurazioni fatte nel 1940 quando invece i resti erano stati attribuiti ad un uomo.

Jantz ha usato il programma informatico Fordisc per stabilire sesso, età e statura, partendo da misurazioni dei resti ossei: le analisi hanno rivelato che la somiglianza con Amelia Earhart era maggiore rispetto al 99% di individui in un largo campione di riferimento.

Jantz ha ottenuto la lunghezza delle ossa della pilota a partire da fotografie e dai suoi vestiti. Il ricercatore ha concluso che “la spiegazione più convincente è che i resti siano quelli della Earhart”.

Articoli correlati

*

Top