Vaccini, sfatata la bufala in merito agli effetti sul sistema immunitario

vaccini

L’ennesima fake news sui vaccini è stata smentita da uno studio scientifico Usa.

Non è vero che i bimbi a cui vengono somministrati i vaccini hanno un sistema immunitario più debole rispetto a quelli che non seguono il calendario vaccinale. A sfatare uno dei falsi miti più comuni e duri a morire è stato uno studio pubblicato dalla rivista Jama, in cui si è dimostrato che il rischio di prendere malattie infettive non coperte dall’immunizzazione è praticamente lo stesso in entrambi i casi.

I ricercatori del Vaccine Safety Datalink (un network statunitense) hanno esaminato un database di 500mila bambini, identificandone 50mila ricoverati per qualche malattia infettiva non coperta dalle vaccinazioni. Fra questi sono stati selezionati a caso 193 soggetti, ognuno dei quali messo a confronto con quattro bambini della stessa età e storia medica ma non ricoverati.

Dal confronto è emerso che la probabilità di ricovero tra i due e i quattro anni è identica tra bimbi vaccinati e non vaccinati. “L’esposizione cumulativa agli antigeni vaccinali nei primi 23 mesi di vita – scrivono infatti gli autori dell’indagine -, non è associata ad un aumento del rischio di ricoveri e visite ospedaliere per malattie infettive non coperte nei due anni successivi”.

Il risultato dovrebbe rassicurare anche i genitori italiani, che entro il 10 marzo dovevano mettere in regola con le vaccinazioni i propri figli per l’iscrizione a scuola. Il calendario italiano, ribadito dalla legge sull’obbligo, prevede la stessa scansione temporale dei restanti Paesi del mondo occidentale.

Articoli correlati

*

Top