In Cina apre il primo distributore automatico di automobili

Cina

Si chiama super Test – Drive Center: un edificio multi piano che mette a disposizione fino a cinque prove mensili su una gamma di oltre 100 veicoli

Anche se il mercato delle auto ha ripreso lentamente a camminare, gli abbondanti introiti del passato restano solo un lontano ricordo. Ecco perché Ford e Alibaba hanno deciso di reinventarsi. Il leader dell’e-commerce si è alleato con la nota azienda statunitense per dar vita ad un nuovo progetto per il noleggio di automobili. Ambizioso e anche piuttosto bizzarro.

I due partner hanno realizzato il primo distributore automatico di automobili. Si trova in Cina, a Guangzhou. Gode di un sistema completamente automatizzato e funziona esclusivamente attraverso l’apposita app: Tmall. L’idea è quella di permettere ai clienti di testare i nuovi veicoli Ford prima dell’acquisto. Insomma: una sorta di “sponsorizzazione 2.0“.

Il meccanismo è molto semplice, e funziona come un distributore automatico di bevande. Tramite l’apposita app, gli utenti potranno sfogliare l’intero catalogo delle vetture disponibili. Non solo. Con l’ausilio della fotocamera, il cliente potrà scattare una foto (anche in strada) per verificare se quel modello è disponibile presso il Super Test-Drive Center.

E come ogni diavoleria tecnologica che si rispetti, nel nuovo distributore di Guangzhou si fa tutto tramite selfie. Per ritirare la macchina basterà scattarsi una foto. Il sistema riconoscerà l’identità dell’utente, che dopo l’autoscatto dovrà soltanto scegliere il giorno e l’orario della consegna. Neanche la fatica di fare manovra per uscire dall’autonoleggio. L’auto, infatti, uscirà dalla struttura in maniera completamente autonoma.

L’intero processo, secondo Alibaba, non durerà più di 10 minuti. Ovviamente, al momento del noleggio sarà necessario versare una piccola cauzione. Dopodiché, i clienti del Super Test-Drive Center potranno avere in prova la loro auto per un massimo di tre giorni. Al termine del test si potrà decidere se prolungare il periodo di prova o acquistare direttamente la vettura. Ovviamente, sempre tramite l’apposita App.

In questo modo, il colosso dell’e-commerce spera di incrementare ulteriormente la vendita di vetture su internet; mentre la casa automobilistica cerca di espandersi nel fiorente mercato cinese. Difatti, secondo un report di McKinsey, entro il 2022 la Cina contribuirà per oltre il 50% alla crescita delle vendite nel settore automobilistico. E non è mica una mossa azzardata…

 

Articoli correlati

*

Top