Bezos per il sociale: con Neighbours parte il progetto “quartieri sicuri”

Neighbours

L’ultima trovata del visionario statunitense: una piattaforma di vigilanza “diffusa” per segnalare crimini e attività sospette con tanto di foto e video

Nonostante giornali e tv continuino a dare per superato il periodo di recessione economica, la fame del mondo continua ad aumentare inesorabilmente. E, di pari passo, anche il numero di furti e rapine. Ecco perché Jeff Bezos, il visionario fondatore di Amazon, ha deciso di lanciare Neighbors (vicini di casa). Tramite l’app, gli utenti potranno condividere in tempo reale foto e video per mettere a riparo i vicini di casa da eventuali furti e tentativi di scasso. L’idea, in realtà, è stata lanciata da Ring, un’azienda statunitense che produce citofoni e videocamere di video-sorveglianza. Bezos l’ha solo rilevata.

L’applicazione, già disponibile gratuitamente per i sitemi iOS e Android, mira a prevenire il crimine puntando sull’attivismo e la collaborazione dei suoi utenti. Collegata direttamente con i server della polizia, Neighbours potrà essere utilizzata da chiunque, anche da coloro che non si servono dei prodotti “Ring“.

“In questo modo è possibile migliorare la sicurezza in zone urbane dove le persone sono sempre più assenti durante la giornata, fuori da casa per lavoro o occupate in altre faccende” spiega Jamie Siminoff, fondatore di Ring, ai microfoni della CNN.

Una volta installata l’applicazione, l’utente dovrà delimitare la sua area geografica di interesse e accettare le linee guida della comunità: il vicinato va sempre trattato con rispetto, ed è assolutamente proibito parlare di politica all’interno del network. Poi c’è da sbizzarrirsi: si può scegliere quante (e soprattutto quali) tipi di notifica ricevere, c’è un’intera sezione dedicata alle notizie sulla viabilità (rallentamenti per lavori o traffico per incidente), e infine una sorta di “news magazine” su eventuali furti, arresti e attività criminali in corso.

Insomma: Neighbours è davvero un tuttofare. Tramite la tecnologia e la creatività di Bezos, adesso sarà possibile vigilare sul proprio quartiere 24 ore su 24, grazie all’ausilio di campanelli e videocamere “intelligenti”. Una sorta di presidio continuo all’interno del proprio quartiere. Hacker permettendo.

Articoli correlati

*

Top