Il caffè? “I tedeschi lo devono pagare in base allo spread”

caffè

La simpatica trovata del titolare di un bar a Macerata sta facendo il giro del web: “le offese di Oettinger meritavano una risposta”

Quanto costa un caffè? Meno di un euro: 70 centesimi nel migliore dei casi, 90 nella peggiore delle ipotesi. Per tutti, tranne che per i tedeschi.

E’ la provocazione lanciata da Roberto Buratti, titolare del Maracuja e della Brp Eventi di Macerata. Nel suo bar i Crucchi dovranno pagare il caffè a seconda delle variazioni dello spread. Insomma: più aumenta il differenziale tra Btp e Bund, maggiore sarà l’importoda pagare in cassa.

Il buon Roberto non sembra aver digerito le ingerenze dell’elitè tedesca nella questione politica italiana. E, ancor di meno, le parole di Oettinger, commissario Ue al Bilancio, sui mercati europei e la loro influenza sul voto degli italiani.

“Il mio obiettivo – spiega il titolare del Maracuja ai microfoni di Picchio News“è quello di far capire che noi italiani non accettiamo alcuna ingerenza nel quadro politico del nostro Paese”. Una vera e propria provocazione, affissa nero su bianco sul cartello all’ingresso del locale.“Poichè i mercati insegneranno agli italiani come votare, il nostro locale applicherà ai clienti di nazionalità tedesca un listino prezzi speciale variabile a seconda dello spread. Vi insegneremo così come consumare bene al bancone di un bar italiano”. Quella dell’altro ieri – conclude Roberto Buratti – è stata un’offesa inaccettabile per tutti noi italiani e non poteva restare senza una adeguata risposta“. I Crucchi sono avvisati.

Articoli correlati

*

Top