Natalità, fa discutere la nuova campagna della Chicco

Il video della campagna “Baby boom” è diventato virale sul web, ma c’è chi sui social lo contesta.

“Non sarà il 1982 o il 2006 (gli anni in cui l’Italia ha vinto gli ultimi suoi due mondiali di calcio, ndr) – ma anche quest’anno le notti possono ancora diventare magiche”. E’ introdotto da queste parole il post con il video (che spopola sul web) pubblicato dalla Chicco sulle proprie pagine Facebook e Youtube, per invitare gli italiani a fare più figli.

Lo spot, che di fatto sembra augurare una ripresa della natalità nel paese delle culle vuote, si conclude con uno slogan che attualizza quello storico della casa: invece che “Dove c’è un bambino” lo slogan diventa “Dove ci sarà un bambino”.

Lo stesso spot è trasmesso anche dalle principali testate televisive, ma tutta questa visibilità ha alzato il polverone di una polemica che divide ancora una volta i difensori della famiglia tradizionale ed i sostenitori dell’ideologia gender, che hanno duramente contestato la campagna.

 

 

Articoli correlati

*

Top