Contraccettivi, svolta nei consultori della Lombardia

contraccettivi

Ai giovani sotto i 24 anni saranno distribuiti gratuitamente i contraccettivi ritenuti più idonei. Obiettivo: ridurre interruzioni di gravidanza e prevenire malattie sessualmente trasmissibili.

Contraccezione gratuita per giovani fino a 24 anni nei consultori della Lombardia e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili. Sono alcuni degli obiettivi di un ordine del giorno alla manovra di bilancio 2018-2020, presentato dalla consigliera Pd Paola Bocci, approvato dal Consiglio regionale della Lombardia con 63 voti favorevoli e un solo non partecipante al voto.

L’ordine del giorno impegna la Giunta a sostenere la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, distribuendo gratuitamente presso i consultori i contraccettivi più idonei, e la procreazione responsabile. “Significa implementare e valorizzare la rete dei consultori pubblici – ha spiegato la firmataria dell’ordine del giorno Paola Bocci – ed è responsabilità delle istituzioni fare di tutto per evitare le conseguenze tragiche di una malattia devastante come l’HIV”.

“Sostenere consultori e contraccezione significa intervenire sulla fascia delle giovanissime dove le interruzioni di gravidanza, generalmente in declino da anni, faticano a diminuire”, ha aggiunto Bocci. Il Pd ha anche ottenuto l’approvazione di un emendamento che incrementa le risorse di 200mila euro per la rete dei centri antiviolenza.

Articoli correlati

*

Top