Cinema: Spike Lee si cimenta nel tema a lui più caro

spike lee

Con “BlacKkKlansman” il regista afroamericano tocca il tema dei conflitti razziali negli Usa, proprio in concomitanza di una marcia dei suprematisti bianchi.

Mentre a Washington è pronta ad andare in scena una manifestazione degli ultraconservatori, arriva in sala il nuovo film di Spike Lee sul Ku Klux Klan, BlacKkKlansman. La data di uscita non è casuale e coincide con il primo anniversario dei fatti di Charlottesville, in Virginia, quando durante un corteo dei nazionalisti bianchi si verificarono scontri con i contro-manifestanti e una giovane donna, poco più che trentenne, venne uccisa da un’auto in corsa contro la folla.

Il film del regista di Brooklyn è la storia di Ron Stallworth (John David Washington e Adam Driver allo stesso tempo), il poliziotto afroamericano che negli anni ’70 si infiltrò nel Ku Klux Klan di Colorado Springs e, ingannando il Grand Wizard David Duke (Topher Grace), riuscì a salire di grado fino ai vertici locali.

Articoli correlati

*

Top