Sesto San Giovanni: finisce male bravata per un selfie

selfie

Sul tetto di un centro commerciale alle porte di Milano si è consumata una tragedia che ha come causa la volontà di farsi un selfie estremo.

Una ragazzata finita in tragedia: ieri sera intorno alle 22:30 un ragazzo di 15 anni, A.B., è salito con tre amici sul tetto del centro commerciale Sarca di Sesto San Giovanni per scattarsi un selfie, ma all’improvviso è precipitato da un’altezza di 25 metri, finendo all’interno di una condotta di aerazione.  I vigili del fuoco per estrarre il ragazzo hanno eseguito una manovra molto complicata. Il ragazzino, portato all’ospedale Niguarda, è morto poco dopo.

Gli amici hanno raccontato alla polizia che volevano farsi un selfie per far vedere che avevano conquistato il punto più alto del cinema multisala Skyline, che si trova all’interno del centro commerciale. Quindi è salito sul tetto con tre amici, usando le rampe esterne delle scale antincendio. Poi ha scavalcato alcune recinzioni e segnali di divieto, per potersi immortalare in un selfie nell’interno all’ipermercato, ma è precipitato in un condotto di aerazione, senza alcun inseguimento da parte dei vigilantes come era stato riferito in un primo momento: questa la ricostruzione fatta dai responsabili del centro commerciale.

Secondo quanto riferito, i vigilantes, allertati da un allarme che rileva la presenza di persone sulle scale esterne, si sono trovati davanti i tre amici. “Il nostro amico è lassù, crediamo sia caduto, non lo troviamo”, avrebbero detto agli addetti alla sicurezza. Gli amici avrebbero continuato a chiamarlo sul telefonino, senza ottenere risposta.

Articoli correlati

*

Top