Quali sono le cause del mal di schiena in un bambino?

schiena

Si abbassa l’età in cui si inizia a soffrire di dolori alla schiena, ed è bene conoscerne le origini.

Non sono più solo gli adulti a lamentare protrusioni, ernie e colpi della strega: il mal di schiena colpisce sempre di più anche i bambini, con dolori intensi fin dalla pubertà. E se la colpa è da attribuire in larga parte alla postura china su tablet e pc o ai grossi pesi rappresentati da zaini stracolmi che i più piccoli portano sulle spalle (è infatti consigliabile un trolley per portare il materiale scolastico, ndr), fare sport in modo regolare può rivelarsi un antidoto. “Sempre più spesso i bambini iniziano a soffrire di mal di schiena in età adolescenziale, intorno agli 11 anni, e la colpa è delle abitudini scorrette, mancanza di attività motoria e passatempi sedentari, che modificano l’atteggiamento posturale”, spiega David Pomarici, fisioterapista, osteopata nonchè responsabile del Servizio di posturologia dell’età evolutiva presso il Gruppo Ini, Istituto neurotraumatologico italiano.

“Ma attenzione – puntualizza – postura sbagliata non significa maggior rischio di patologie della colonna vertebrale, come la scoliosi e la cifosi. Lì c’è un aspetto genetico e familiare”. Se si vogliono evitare i mal di schiena, al bando maratone su tablet, smartphone e videogame in nome dello sport. “In Italia molti bambini praticano sport solo un’ora a settimana, la maggior parte ha la televisione in camera, in molti passano più di 2 ore al giorno davanti a tv e videogiochi. Questo è un fattore di rischio non solo per l’aumento del peso, ma anche per il mal di schiena: i giovanissimi aumentano di peso, si muovono di meno, fanno meno attività sportiva – aggiunge l’esperto – L’ideale, invece, sarebbe praticare almeno un’ora di attività fisica ogni giorno, sport, gioco all’aria aperta, corsa o passeggiata”.

“Si deve iniziare già dai 6 anni, preferibilmente sport individuali, come arti marziali e nuoto, perché il bambino inizia ad avere consapevolezza del proprio corpo, poi dagli 8 ai 12 anni può passare a uno sport di squadra – suggerisce l’osteopata – Lo sport infatti aiuta nel percorso di crescita fisica e psichica e, insieme a sane abitudini alimentari, contrasta sedentarietà e cattive abitudini posturali. Poi per il mal di schiena ci sono alcuni sport più indicati di altri. L’equitazione, ad esempio, migliora la postura e l’equilibrio, a differenza del nuoto, della danza classica o del tennis”.

Articoli correlati

*

Top