Nuova grana per Ryanair: a scatenarla, stavolta, è la policy sui bagagli

ryanair

L’antitrust vuole far luce sulla pratica commerciale Ryanair in merito alla nuova politica adottata per il trasporto dei colli.

L’Antitrust avrebbe avviato un procedimento nei confronti di Ryanair sulle sue decisioni sui prezzi per il trasporto dei bagagli a mano scattata da poche settimane.

L’Autorità, nello specifico, indagherebbe sulla possibilità che si possa trattare di una pratica commerciale scorretta, dal momento che il trasporto del bagaglio a mano dovrebbe essere “elemento essenziale del trasporto” e quindi con questa pratica commerciale si potrebbe “alterare la trasparenza tariffaria per confrontare le offerte dei diversi vettori”. Si ingannerebbe in sostanza il viaggiatore, facendolo abboccare e ponendolo al fatto compiuto (e cioè di dover pagare una maggiorazione) soltanto al momento dell’imbarco.

Per Ryanair non è un periodo roseo, basti pensare ai recenti scioperi del suo personale, alle scottanti rivelazioni di chi lavora nella compagnia aerea irlandese in merito alla vendita a bordo di svariati beni ed alle controversie di stampo sindacale che man mano stanno facendo breccia in ogni ambito della low-cost per eccellenza.

Articoli correlati

*

Top