L’omicidio di Sanremo fa tornare di drammatica attualità il tema delle violenze nei confronti dei medici

medici

La Federazione dei camici bianchi, dopo il tragico fatto di cronaca, ha invocato l’interessamento del Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

A seguito dell’efferato omicidio di Sanremo di cui è stata vittima un medico legale, Giovanni Palumbo, ucciso da un paziente, il presidente della Fnomceo (Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri) Filippo Anelli ha chiesto a gran voce “l’intervento del Ministro dell’Interno Matteo Salvini perché garantisca ai medici di operare in condizioni di piena sicurezza”.

“Oggi gridiamo ancor più forte, rivolti alle istituzioni: “basta con i proclami. Al Governo chiediamo interventi seri e dissuasivi, al Parlamento di licenziare in tempi rapidissimi il Disegno di Legge sulla violenza agli operatori sanitari, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri proprio ieri sera”, scrive Fnomceo in un comunicato.

L’Associazione poi ringrazia il Ministro della Salute Giulia Grillo “per essersi presa, anche come medico, a cuore la causa, tanto da proporre al Cdm un Ddl che inasprirà le pene per chi aggredisce un operatore sanitario. Ci appelliamo ora al Parlamento – conclude Anelli – perché, superando ogni possibile divisione e orientamento, unifichi gli sforzi per approvare in tempi brevi il Ddl di iniziativa governativa”.

Articoli correlati

*

Top